Sembra finalmente raggiunto l'accordo tra Angelina Jolie e Brad Pitt per la custodia dei loro sei figli, a circa due mesi dall'annuncio shock del loro divorzio. Secondo quanto riferito dal Sun, che cita una nota del portavoce della Jolie, l'attrice manterrà l'affidamento esclusivo dei figli, mentre a Pitt sarà concessa la possibilità di "visite terapeutiche" ai ragazzi. Ecco quanto riferisce il comunicato in questione

Secondo tale accordo, i sei figli resteranno in custodia della madre, e continueranno le visite terapeutiche con il padre. La decisione è stata presa dai professionisti per l'infanzia di essere nell'interesse dei ragazzi. Non possiamo al momento riferire ulteriori dettagli.

Si tratta insomma dell'estensione dell'accordo preso in precedenza tra i Brangelina. Pitt ha lottato duramente per ottenere l'affidamento dei figli, ma il tribunale non ha evidentemente ascoltato le sue richieste, probabilmente a causa delle accuse di maltrattamenti emerse subito dopo l'annuncio della separazione. L'attore non risulta comunque indagato, ma non è da escludere che l'immensa eco mediatica dell'evento possa aver influenzato la decisione del giudice.

I figli di Angelina Jolie e Brad Pitt.

La numerosa prole di Angelina Jolie e Brad Pitt è composta da tre maschi e tre femmine, di età tra i 15 e gli 8 anni. Il maggiore, Chivan Maddox, è nato in Cambogia ed è stato adottato dalla Jolie da un orfanotrofio, dopo che l'attrice aveva visitato il Paese asiatico per le riprese di "Lara Croft: Tomb Raider". Dopo il divorzio dal suo secondo marito, Billy Bob Thornton, l'attrice ne ricevette l'affidamento. Nel 2005, Angelina adottò quindi l'etiope Zahara Marley, nata lo stesso anno. Nel 2006, dopo che Pitt aveva ottenuto l'adozione dei figli di lei, la coppia mise al mondo la prima figlia naturale, Shiloh Nouvel, nata in Namibia. Nel 2007 i Brangelina hanno adottato un bambino vietnamita,  Pax Thien (oggi 13enne), mentre nel 2008 la diva ha infine dato alla luce i gemelli Knox e Vivienne.