Non sarebbe di facciata la storia tra George Clooney e Amal Alamuddin. A sostenerlo sono le foto pubblicate da Oggi.it nelle quali compaiono i due durante uno dei rarissimi momenti romantici che si siano mai concessi in pubblico. La coppia è stata sorpresa a cena allo Sporting Club di Villa d’Este, sul Lago di Como. L’affinità tra loro è palpabile così come sembra reale il sentimento che li unisce. Quando si accorgono del fotografo appostato poco lontano, i due si concedono una romantica fuga a bordo di una Fiat 500 per tornare a Villa Oleandra dalla quale, il giorno dopo, escono mano nella mano.

La biografia choc su George Clooney.

A rinfocolare le voci che parlano di un matrimonio di facciata è stata una biografia non autorizzata uscita pochi giorni fa in Francia. Il libro “Une ambition secrète” è firmato dalle giornaliste Maëlle Brun e Amelle Zaïd che hanno tentato di ricostruire la vita dell’attore e hanno ridato nuova linfa alle voci secondo cui il divo sarebbe gay. Secondo la tesi che le due sostengono, Clooney avrebbe sposato Amal solo allo scopo di garantirsi un matrimonio perfetto per la corsa alla Casa Bianca che intenderebbe intraprendere in vista delle elezioni del 2018. Anche all’epoca in cui l’attore era fidanzato con Elisabetta Canalis si vociferava che tra loro ci fosse un accordo ben preciso regolato da un contratto del valore di 500 mila euro. L’ex velina ha sempre smentito quelle voci, assicurando che il loro legame sarebbe sempre stato reale.

Il fotografo amico di Clooney: “George non è gay”.

Oggi.it ha intervistato un fotografo molto amico di Clooney che nega con decisione le voci secondo cui l’attore sarebbe gay

Conosco Clooney da tanti anni e posso dire che è un uomo davvero eccezionale. E non perché è famoso. La storia del gay va avanti da un pezzo per il semplice fatto che lui e la banda dei suoi amici, Brad Pitt, Rande Gerber, Matt Damon, Jean Dujardin e gli altri, hanno un rapporto molto stretto e cameratesco. Come ha detto lui: “Anche da morto andranno avanti a dire che ero gay”. Ma è una sciocchezza.

Nel libro si fa un nome ben preciso, quello del parrucchiere Waldo Sanchez che da 20 anni si occupa di curare l’immagine di Clooney. Secondo quanto si legge nella biografia, tra l’attore e il suo curatore d’immagine esisterebbe una relazione omosessuale che va avanti da anni. Il fotografo amico di Clooney, però, bolla quel pettegolezzo come un’invenzione

Che assurdità. Waldo ha studiato con George recitazione e poi ha scelto di diventare parrucchiere. Lo conosco, sono amici da una vita.