Si parla tanto in quest’ultimo periodo dei vari flirt che la conduttrice Barbara D’Urso starebbe collezionando nel corso di quest’estate. La verità, però, è solo una ed è lei stessa a ricordarla al pubblico di “Pomeriggio 5” in chiusura di ogni puntata: “Il mio cuore è vostro, dei miei figli e vostro”. Sono i suoi figli Emanuele e Gianmauro l’altra metà del cuore della conduttrice, che li adora sopra ogni altra cosa.

Il settimanale “Novella 2000” ha beccato Barbara in versione mamma chioccia insieme a Emanuele, moro centauro di 27 anni. Il fascino del minore dei figli della D’Urso è innegabile, sebbene siano pochissime le occasioni in cui il giovane è stato fotografato. Il settimanale ha beccato madre e figlio all’interno di una balera a Milano che la conduttrice è solita frequentare. Barbara va sì a ballare, ma con lei c’è anche il figlio che la scorta a bordo della sua moto e la accompagna per permetterle di divertirsi.

La lite con Corona scoppiata a causa del figlio.

La D’Urso è profondamente legata ai suoi figli, e sta bene attenta a tenerli lontani dal mondo del gossip. È proprio a causa di uno di loro che scoppiò la lite con Fabrizio Corona, all’epoca in cui l’ex re dei paparazzi non era ancora andato in carcere. Dopo aver pubblicato una foto di Barbara in topless sulla copertina del settimanale che dirigeva all’epoca, Corona prese di mira uno dei suoi figli. La conduttrice decise dunque di fargli causa

Io ho fatto la scelta precisa di non parlare di Fabrizio Corona in questi ultimi due anni perché ci sono molte cause civili fra me e lui. Ora, la testata giornalistica per la quale sono orgogliosa di lavorare, mi chiede di parlarne e io lo faccio. Una delle cause che ho in ballo con lui – ha raccontato – è perché Corona ha preso la faccia di mio figlio e l’ha sbattuta in prima pagina facendo credere che quello che aveva in mano fosse uno spinello e non una sigaretta. Si è permesso di toccare mio figlio e proprio perché sono mamma non ho potuto accettarlo.

Quell’astio è passato e Barbara ha perdonato Fabrizio, ma il messaggio è chiaro: i suoi figli, sebbene ormai grandi, non si toccano.