Belen Rodriguez non apprezza più l'imitazione che fa di lei Virginia Raffaele, la brava comica romana approdata in prima serata con "Facciamo che io ero". Anche nel programma di Rai2, la parodia della showgirl argentina è uno dei cavalli di battaglia della Raffaele, che già aveva portato la sua personale versione di Belen sul palco dell'Ariston a Sanremo 2016.

Un tempo divertita dalla sguaiata e divertente interpretazione di Virginia, oggi Belen si sfoga con molta durezza in un'intervista a Libero. La finta Rodriguez vista a "Facciamo che io ero", tutta giocata sulla sensualità della soubrette e sui suoi look succinti, non piace affatto all'originale

Non mi sta più simpatica quell'imitazione. Lei ha un talento smisurato, ma se un personaggio ti ha portato al successo lo devi anche rispettare. Se fai tante puntate con la parodia di Belen, o di altre, perché a me pare che non si rinnovi mai, non ci puoi massacrare così sempre. All'inizio era leggera, adesso è troppo. Si è persa nell'emulazione, ora si diverte più a fare vedere la sua coscia per dimostrare che anche lei ha una fisicità notevole, per mostrare le sue di gambe. È decaduta nella volgarità, scontata, banale.

"Mi sono sentita ferita, non sono solo una mutanda"

In particolare, Belen è apparsa offesa per una battuta della Raffaele che le ha rievocato l'episodio shock del suo sex tape messo online dall'ex Tobias Blanco.

Nell'annunciare l'imitazione di Sabrina Ferilli ha detto, più o meno: "Vi presento questa attrice che senza fare sesso online è famosa lo stesso". Cosa? Mi sono sentita ferita. Non ho mai nascosto quanto ho sofferto per la pubblicazione di quell'atto vigliacco fatto dal mio ex fidanzato quando ero molto giovane. […] Le parole di Virginia sono un'offesa alle donne, una di loro si è tolta la vita per la vergogna. […] Non sono solo una mutanda. Non sono volgare. Credo che abbia perso il rispetto delle donne.

"Stefano non voleva pubblicare foto di Santiago, io non ero d'accordo"

Altri argomenti sono statti toccati nell'intervista, dall'amicizia con Simona Ventura con cui divide il palco di "Selfie – Le cose cambiano" (altro che rivalità: "Non bisogna mai scordarsi di chi ti ha scoperto. Lei mi ha creato, in un certo senso") all'orgoglio di non essere "mai scesa a compromessi" ("Non ho mai avuto l'appoggio di persone potenti"). Infine, una piccola rivelazione sulla riduzione delle foto social con il figlio Santiago

La scelta di pubblicare meno foto di mio figlio era una decisione presa da suo padre quando stavamo insieme, ma che io non condividevo. Ora se pubblico meno il suo volto è perché a volte semplicemente, tra il lavoro e il privato, non ho sempre tempo di condividere.