Sono bastati 5 minuti per legalizzare la fine di un amore che per 4 anni ha fatto sognare milioni di italiani, quell’amore per il quale entrambi avevano rimesso in discussione le rispettive vite. Dal 24 gennaio 2017, Stefano e Belén non sono più marito e moglie. L’udienza che ha deciso il loro futuro di genitori separati si è svolta ieri a Milano. La showgirl argentina e il ballerino che è stato suo marito si sono incontrati per pochi minuti in tribunale. Quell’udienza che era stata rimandata tante volte – probabilmente a causa dei tentennamenti di entrambi – ha infine avuto luogo. La Rodriguez e De Martino si sono incrociati per 5 minuti: tanta l’emozione tra loro, ma nessuna lacrima a simboleggiare la decisione di entrambi (o di uno dei due, in particolare) di andare fino in fondo.

Belén era accompagnata dal suo legale Giuseppe Russo, mentre con Stefano c’erano gli avvocati Nicola Colavita e Laura Matteucci. La prima a entrare in aula verso le tre del pomeriggio è stata la showgirl, e subito dopo è stato il turno dell’ex compagno. Dopo aver risposto velocemente alle domande di rito, i due hanno firmato la separazione consensuale: in pochi minuti, ma non senza sofferenza, hanno voltato le spalle a quanto insieme avevano costruito.

A Belén l’affidamento di Santiago.

In sede di udienza si è discusso anche del futuro di Santiago. Il piccolo resta affidato alla madre, ma potrà vedere papà Stefano a weekend alterni. I contributi da versare per il bambino sono stati decisi e messi nero su bianco, senza che nessuna delle due parti facesse alcuna opposizione.

Ed è proprio Santiago l’unico elemento che, da questo momento in poi, continuerà a fare da collante tra Belén e Stefano. La Rodriguez ha voltato pagina: oggi nel suo cuore c’è Andrea Iannone che “la fa stare così bene”, come scrive lei stessa sui social. De Martino resta single, ancora impegnato nel rimettere insieme tutti i pezzi della sua vita. Da questo momento in poi, dovrà farlo da uomo single.