Sta facendo discutere molto, in queste ore, il servizio di Striscia La Notizia che ha messo in discussione la veridicità dell'Isola dei Famosi 2017, provocazioni alle quali ha deciso di rispondere poche ore fa Stefano Bettarini, inviato ufficiale del programma, che ha liquidato come "cazzate" le supposizioni del programma.

Il fuorionda di Eva Grimaldi: "Vado via il 28 marzo"

Tutto nasce da un fuorionda mostrato dal programma di Antonio Ricci, estratto da un momento di pausa della diretta dell'Isola andata in onda il 7 marzo: mentre Alessia Marcuzzi intervistava Imma Battaglia, decide di collegarsi con la Palapa per parlare con Eva ma l'attrice e gli altri naufraghi non si accorgono del collegamento. In diretta nessuno si è reso conto della domanda di Nancy Coppola alla Grimaldi: "Ma quando vai via?", lei riesce a rispondere: "Il 28…" per poi bloccarsi quando sente le voci del collegamento da studio.

Bettarini risponde a Striscia.

Striscia La Notizia ha fatto notare che il 28 marzo è proprio martedì, giorno della diretta, quella che sarà la penultima prima del gran finale previsto per il 4 aprile 2017. Com'è possibile dunque che Eva sapesse il giorno della sua partenza in anticipo? Si è trattato di un semplice caso, un errore, una coincidenza? Stando a quanto afferma Bettarini si è trattato di una semplice stupidaggine, che nulla riesce a mettere in discussione. Nel corso di una diretta video con Parpiglia citata da Leggo, il volto televisivo ha infatti spiegato che il 28 marzo è il giorno in cui tutti i naufraghi sanno che dovranno lasciare l'Isola dei Famosi e quindi afferma: "il video trasmesso Striscia la Notizia è tutto una "cazzata". La sua versione, tuttavia, vacilla leggermente, perché nonostante affermi che il 28 marzo l'Isola si chiuderà, l'inviato fa poi confusione perchè prosegue dicendo che i finalisti partiranno dall'Honduras per tornare in Italia il 31 marzo, quindi tre giorni dopo la data dichiarata dalla Grimaldi, per essere in studio il giorno della finalissima in cui verrà svelato il vincitore del programma. E allora ci si chiede se questo lapsus di Bettarini, anziché la smentita di una bufala, non rischi di rivelarsi un'arma a doppio taglio che conferma qualcosa, anziché smentirla.