Un nuovo documentario realizzato a partire dal ritrovamento del diario di Orry Kelly, racconta la presunta storia d’amore omosessuale tra il divo Cary Grant e il costumista di Hollywood che vinse 4 volte il premio Oscar. Il diario in questione sarebbe stato ritrovato all’interno dell’appartamento americano di Kelly e racconta la storia di un amore tormentato durato 10 anni. Secondo quanto si racconta nel filmato, il costumista sarebbe stato il primo amore americano di Grant. Cary sarebbe stato gay fin da giovanissimo ma lo avrebbe negato fino alla morte, pur di riuscire a sfondare in un settore profondamente omofobo come quello cinematografico.

Grant e Kelly si sarebbero incontrati a New York nel 1925 quando l’attore non era ancora diventato famoso. La passione sarebbe divampata fin dal primo incontro e i due, entrambi poveri, avrebbero deciso di andare a vivere insieme per poter dividere le spese. Quegli anni avrebbero cementificato la loro relazione e fu proprio in quel periodo che entrambi divennero ricchi e famosi. La loro storia sarebbe finita circa 10 anni dopo, quando Grant conobbe il collega Randolph Scott e decise di andare a vivere con lui.

“Le botte tra Cary Grant e Orry Kelly”.

All’interno del diario di Kelly rivenuto solo poco tempo fa si leggeva della particolare passione di Grant nei confronti delle donne bionde. In un passaggio si leggerebbe addirittura: “Gli piacciono le bionde, ma torna sempre a casa da me”. Il divo hollywoodiano per eccellenza e il costumista avrebbero vissuto un rapporto tormentato oltre che passionale. Si racconta addirittura che si siano picchiati violentemente in più di un’occasione. Sempre all’interno del suo diario, Kelly avrebbe raccontato un episodio risalente alla metà della loro relazione quando Grant lo stese con un pugno perché aveva fatto attendere troppo i loro ospiti. Un’altra volta, lo avrebbe spinto da un veicolo in corsa.

Cary Grant si è sposato 5 volte, ma i suoi matrimoni non sono mai durati a lungo. Il documentario sostiene che le relazioni del divo sarebbero fallite tutte a causa della vera natura di Grant e della sua incapacità di distaccarsi dai suoi amanti. Jennifer, l’unica figlia dell’attore, sostiene che le voci circa la sua omosessualità non avrebbero mai disturbato il padre: “Era convito che, sapendolo, le donne avrebbero fatto a gara pur di dimostrare il contrario”.