Stoica, padrona di sé stessa, tosta com’è solita mostrarsi in tv: così Ilary Blasi ha fatto da roccia all’Olimpico per il marito Francesco Totti durante il suo emozionante addio al calcio. Con la maglietta realizzata a sorpresa, unica concessione alla tenerezza, Ilary ha tenuto il campo esattamente come il suo compagno, mostrandosi solida, pronta ad accoglierlo quando Francesco avrebbe terminato di leggere la sua lettera e sarebbe sceso per l’ultima volta negli spogliatoi all’interno dei quali è cresciuto.

Chi apprezza il pugno di ferro di ferro di Ilary, ieri all’Olimpico l’avrà amata ancora di più. Mentre intorno a lei sgorgavano fiumi di lacrime, la conduttrice è rimasta con lo sguardo sempre fisso sul suo campione, attenta al suo stato d’animo e pronta a sostenerlo. Nessuna lacrima ha rigato il suo volto, solo sorrisi di orgoglio di fronte al tributo che Roma ieri ha regalato al suo unico capitano. È a lei che Totti si è appoggiato poco prima di concludere il suo saluto, lei che ha abbracciato tremante quando l’emozione cui far fronte era troppa. E lei, Ilary, l’unica donna della sua vita, gli ha fornito tutto il supporto che solo una donna straordinariamente sicura di se stessa può sperare di poter offrire a quanti le stanno intorno. Mai una volta ha ceduto, mai ha lasciato che il groppo in gola si sciogliesse fino a trasformarsi in lacrime: quello all’Olimpico era il momento di Francesco, e lei ha saputo stargli accanto come una spalla solida e silenziosa. Ilary ha saputo tenere testa anche all’energia della piccola Isabel, non ha voluto che fosse un altro a occuparsi dell’ultimogenita di casa Totti che scorazzava allegramente sull’immenso tappeto verde.

Una lady d’acciaio, tosta a sufficienza per poter essere la compagna insostituibile di un uomo reso un Re dalla sua fama sul campo. Chi ha osservato Ilary ha potuto comprendere che l’atteggiamento che la caratterizza in tv è lo stesso che la rende meravigliosamente fedele a sé stessa anche lontano dalle telecamere: una donna i cui sorrisi sembrano rappresentare una barriera incrollabile che colpisci senza scalfire. Quel momento era solo di Francesco, il suo ultimo abbraccio ai tifosi e quella offerta da Ilary non poteva che essere una cornice indimenticabile.Sei unica fu la frase che le dedicò Totti all’epoca in cui ancora non erano sposati, dimostrando la lungimiranza di chi aveva già compreso.