Puntata ricca di ospiti nel salotto di Domenica Live con Barbara D'Urso, dopo l'appello di Diego Maradona Jr, c'è anche l'attrice Eva Robins, all'anagrafe Roberto Maurizio Coatti, pronta a raccontare un po' di se e del suo vissuto. A suo agio con la sua nuova dimensione Eva racconta di non essere più un trans ma un transgender, spiegando la metamorfosi

Ora sono un transgender, ossia possiedo più generi insieme. Ero un trans e mi sono trasformato. Non ho intenzione di operarmi: ci sono molte altre cose che dovrei ritoccare, prima.

La sua parte maschile e quella femminile convivono in armonia, mai come in questo momento e dopo anni di incertezze e dubbi. Si sente "Pippo", il maschio che è in lei, quando dice

È una parte del mio ego e non me ne separerei mai: è una parte di me. Posso fare giusto un lifting! Il tempo ci porta a cambiare di continuo: non so quello che diventerò in futuro.

Tasto dolente della sua vita è stato l'amore, ma oggi Eva Robins sembra più che mai serena

Sono innamorata della vita: un uomo può farti del male, venti insieme no. Il problema dell'amore è che mi lascia sfinita, mi coinvolge troppo. Prima ero attratta dai randagi senza arte né parte. Poi mi sono innamorata. E il miracolo è stato che ci siamo innamorati nello stesso momento e della stessa persona ed è andata benissimo. Fino a che ho compiuto 40 anni e mi sono innamorata di uno di 20, e non avevo le armi per fronteggiare una storia così. Ho fatto due anni di psicanalisi in cui non facevo che parlare di questo ragazzo.

Se ci sia una love story a renderla felice adesso non è chiaro dalle sue parole velate

Innamorata? Non sono innamorata nel senso di una fissazione.

Non nega e non conferma, ma a ben guardare la sua espressione serena sembra proprio ci sia qualcuno che le faccia battere il cuore.

Aggiungi un commento!