Federica Sciarelli, storica e amatissima conduttrice di Chi l'ha visto?, è da sempre restia a parlare della sua vita privata. Fa un eccezione sull'ultimo numero di "Intimità", dove parla del rapporto con il figlio Giovanni Maria, rivelando di essere una mamma particolarmente ansiosa. "Colpa" del programma che conduce ormai ininterrottamente dal 2004, le cui storie forti, che spesso vedono protagonisti giovani e adolescenti, si ripercuotono inevitabilmente sulla sua sensibilità.

Divento la lancia di chiunque si rivolga a me, a noi, ma assorbo anche il dolore che racconto come una spugna. Per questo ogni tanto dico che vorrei cambiare programma. Dopo tanti anni è duro continuare a misurarsi con la sofferenza. Il risultato è che, anche se mio figlio ha 21 anni, non sto tranquilla finché non lo vedo rientrare a casa o almeno sento i suoi rumori. Infatti lui mi dice “Mamma, questo programma, però! Mi fai venire l’ansia…”. Ha ragione, lo so che le mie reazioni possono sembrare eccessive, ma quanti genitori ospito in trasmissione che aspettano, invano, che i propri figli rientrino a casa? Certo, le storie che raccontiamo sono eccezioni e non la regola, però è chiaro che a furia di dare notizie del genere non è che posso proprio avere dei sonni tranquilli.

La vita privata di Federica Sciarelli.

Sulla vita personale della Sciarelli, come già detto, si sa pochissimo. "Lasciamo che aleggi il mistero", dichiarava lei stessa qualche tempo fa promettendo di non rivelare particolari neppure sotto tortura. Classe 1958, con una giovinezza nell'atletica leggera, ha iniziato la carriera nel Tg3 di Sandro Curzi, divenendo uno dei volti più amati della terza rete Rai. Il padre di Giovanni Maria si chiama Sergio ed è un ex cameraman Rai. Nel passato della giornalista e conduttrice, due curiosi gossip: si mormorò di una storia con il noto pm Henry John Woodcock, da lei smentita, e ancora prima circolò per errore il bizzarro pettegolezzo di una liason intima nientemeno che con Francesco Cossiga, con cui in realtà sarebbe divenuta amica tempo dopo.