Gabriel Garko ha rilasciato una lunga intervista al settimanale "Gente". L'attore è tornato a parlare della sua contrarietà al matrimonio. Adua Del Vesco sa che per lui è la tomba dell'amore e sembra abbia accettato la cosa

"Sarò celibe per sempre. Credo che il matrimonio sia la tomba dell’amore, quello fisico intendo. Ci si sposa e si smette di fare sesso. Per me il sesso è centrale in un rapporto. Ne ho parlato anche con la mia fidanzata. Ha preso il pacchetto completo. La passione lascia il posto alla complicità. È capitato anche a me, e lì subentra il tradimento perché senza sesso non si può stare".

"Vorrei adottare un figlio"

Gabriel Garko, poi, ha spiegato di essersi pentito di non essere diventato padre una decina di anni fa. Oggi pensa all'adozione: "Mi sono pentito di non essere diventato papà una decina di anni fa, avrei un figlio accanto con cui condividere questa fase della vita. Oggi non lo programmo, anche perché sto con una ragazza troppo giovane per diventare madre, ma se dovesse succedere sarei felice. Fosse possibile, adotterei un bambino. È assurdo che la legge comandi i nostri sentimenti: c’è pieno il mondo di piccoli che hanno bisogno di amore e cure, fosse per me aprirei alle adozioni ai single e a tutti i tipi di coppie, comprese quelle omosessuali".

"I miei hanno scoperto che ho cambiato nome a Sanremo"

Mentre presentava il Festival di Sanremo 2016, Gabriel Garko ha svelato di aver cambiato nome. Il suo nome d'arte è diventato anche quello all'anagrafe. I suoi genitori lo hanno scoperto quella sera, insieme agli spettatori della kermesse canora

"Ho cambiato nome per praticità. Per tutti sono Gabriel Garko anche nel quotidiano, non Dario Oliviero. Quando mi è arrivata la carta d’identità nuova un po’ mi ha fatto effetto. Ma non rinnego nulla della mia vita, della famiglia da cui provengo, della mia storia. I miei genitori l’hanno scoperto a Sanremo quando l’ho rivelato a Carlo Conti. E hanno capito le ragioni della scelta".