A una settimana dalla sua uscita dall’Isola dei famosi, Giacomo Urtis manifesta il suo sostegno nei confronti di Raz Degan. Il chirurgo che ha partecipato al reality interviene nella querelle che ha determinato l’abbandono dell’isola da parte di Massimo Ceccherini.

La vicenda è nota: Moreno ha riferito all’attore fiorentino i presunti insulti che Degan avrebbe rivolto alla moglie. Furioso, Ceccherini ha abbandonato l’Honduras per fare immediatamente rientro in Italia. Dall’Isola hanno fatto sapere che non mai stato trovato alcun filmato di quel momento, un video che potesse dare ragione alla versione di Moreno o a quella di Raz. Quest’ultimo ha negato di avere mai offeso la compagna dell’attore. Urtis è convinto di conoscere la verità. Avrebbe assistito al momento in questione e rivela a Blogo che Donadoni avrebbe volontariamente raccontato il falso

Sì, ha detto una bugia. A quella conversazione, quando Raz ha parlato della moglie di Ceccherini, io ero presente, le telecamere erano off. Ero testimone: non ha detto assolutamente quelle parole. Era una bugia, non è stato carino per mettere in cattiva luce Raz davanti al pubblico. E per Ceccherini, che era già traballante, è stata la goccia che fa traboccare il vaso. Inutile poi che si fa il pianto con la mamma in tv, lacrime di coccodrillo.

Urtis: “Non ci sono coppie sull’Isola”.

Giacomo rivela, inoltre, che sull’Isola dei famosi non esisterebbe alcuna coppia. Provati dalla fame, dalle condizioni meteorologiche e dalla stanchezza, i naufraghi non avrebbe lo spirito e il tempo di pensare al sesso

Sull’Isola? Smentisco tutte le coppie che ci sono. Simone e Giulia, Moreno e Malena. Non si tratta di coppie, sono amici. Sull’Isola ti vien voglia di fare tutto tranne che sesso. Anzi vorrei proprio conoscere qualcuno che abbia fatto sesso sull’Isola.

Infine, lancia una frecciata ai naufraghi che meno sono riusciti a conquistarsi la sua simpatia sull’Isola

Io la chiamo la Banda dell’Honduras. Ho vissuto con tutti i naufraghi. Quella più strategica è Samantha De Grenet, che cerca di fare la corretta, ma per captare la benevolenza del pubblico, per far vedere che è quella giusta. In realtà è colei che trova le vittime da sacrificare nelle nomination. Si è creata un’aura da innominabile e si parla di nomination di tutti tranne che di lei. Viene aiutata poi da Giulio Base, che è la costola di Samantha, una sorta di esecutore. Lavorano in due là. Poi c’è Moreno. È abbastanza populista, ma son contento che nell’ultima settimana si è svelato per quello che è.