La trentunenne Giorgia Gabriele ha rilasciato un'intervista a Corriere.it, nella quale ha parlato della relazione con Gianluca Vacchi.  Titolare del brand di moda Wandering, ha precisato che nonostante le apparenze, sia lei che il suo compagno sono due persone estremamente semplici

"Sono una ragazza molto semplice e, nonostante quello che può apparire dai social, lo è anche Gianluca. Siamo una coppia semplice. Assomigliamo a una t-shirt bianca, semplice e versatile. Può stare bene tutti i giorni con un jeans e diventa sexy la sera con una giacca da smoking. Così noi stiamo bene in casa, a cenare con gli amici ma anche fuori a un party più mondano. Anche Gianluca, che tutti vedono come un viveur dalla vita di lussi, è una persona semplicissima, non beve, non fuma. Certo, è uno spirito libero e adora divertirsi in modo sano ma in modo giocoso".

Giorgia Gabriele e Gianluca Vacchi hanno lanciato il trend dei ‘balletti social‘, brevi filmati in cui si scatenano a ritmo di musica, improvvisando delle coreografie. Di recente, però, li vediamo ballare sempre meno. La Gabriele ha spiegato il motivo

"È solo una questione di stagione: l’estate è più tempo di divertimento e di spensieratezza. Finito il periodo estivo e delle vacanze, si torna a fare i conti con gli impegni lavorativi che, nonostante quello che possa pensare la gente, ci sono. Poi certo, Gianluca è un grande comunicatore e riesce a comunicare dalle cose più serie a quelle più frivole con delle foto. E la gente ama la sua ironia: è inarrestabile".

Giorgia Gabriele: "Molte persone pensano che io non faccia niente dalla mattina alla sera"

Infine, Giorgia Gabriele ha chiarito di avere un lavoro, nonostante alcune persone l'accusino di trascorrere la giornata senza far niente

"In modo molto semplice. Anzi, a volte mi sgridano perché posto troppo poche foto, ma io non sono una blogger. Io mostro la mia vita durante il giorno senza programmare look o eventi. Molte persone pensano che io non faccia niente dalla mattina alla sera ma io faccio la vita aziendale di chi gestisce una casa di moda. Chi non è all’interno del fashion system, non sempre capisce che lavorare non significa solo stare seduti dietro a una scrivania per tante ore".