Il Trono Over di Uomini e donne continua a macinare ascolti nonostante sia finita tra Giorgio Manetti e Gemma Galgani, la coppia che più di ogni altra ha portato la versione "agé" del programma di Maria De Filippi nel cuore di molti spettatori, spesso anche più delle vicende del Trono classico. Sarà anche perché, nonostante tutto, di Giorgio e Gemma si continua a parlare.

Ormai divenuti personaggi televisivi a sé stanti, ospiti in trasmissioni diverse da U&D (tanto che desta curiosità il giallo della scomparsa di Gemma dalla terza puntata di "Selfie"), Gemma e Giorgio fanno ancora discutere e attirano pubblico. Del resto, chi altri, del Trono, si era guadagnato addirittura uno show in prima serata, con la celebre lettura della lettera di Gemma a Giorgio che ha sancito la loro rottura definitiva? Proprio in merito a quell'argomento, torna a parlare lo stesso Manetti, che in un'intervista a "Mio" conferma la fine della storia con la Dama torinese. Non sembra esserci alcuna speranza di un ritorno di fiamma

Perché non ho risposto a Gemma? Perché non c’era niente da rispondere! Una volta che me l’ha letta, ho appurato che non c'era niente dentro: né una nota di scusa, né altro. Gemma ha fatto quello che si sentiva di fare. Il problema non è stata tanto la sua decisione, perché è legittima. Il problema è stato il comportamento che ha avuto dopo la sua scelta. Inspiegabilmente mi sono ritrovato continuamente attaccato. Mi sono domandato il perché di questo atteggiamento e tutt'ora non l'ho capito. E, sinceramente, non mi interessa più.

Giorgio: "Voglio una donna indipendente, senza figli"

Intanto, entrambi sono tornati a cercare l'amore a Uomini e donne. Se Gemma ha troncato la frequentazione con Marco Firpo dopo poche settimane, Giorgio Manetti ha deciso di non proseguire nella conoscenza di Simona e Raffaella, perché hanno figli piccoli

Io non prediligo rapporti con donne che abbiano figli piccoli: i bambini necessitano dell'attenzione quasi totale della loro mamma. Io desidero una donna che sia libera e indipendente, che non abbia impedimenti. Inoltre, se non scatta niente le prime volte, non ha senso continuare ad uscire. Io vivo alla giornata, nel senso che oggi sono qui, domani non lo so. Non so dove andrò, ma so che devo andare: sono in eterno movimento, sia mentale che fisico.