Compie 60 anni Barbara D’Urso, una cifra apparente che non rispecchia nemmeno lontanamente l’età che chiunque, anche il più fantasioso, si arrischierebbe ad attribuirle. I 60 anni della conduttrice del pomeriggio di Canale5 sembrano più uno scherzo dell’anagrafe che un traguardo realistico. Eppure il cavallo di razza targato Mediaset spegne oggi le sue prime 6 decine di candeline.

Sul 60esimo compleanno: “È un numero che non mi corrisponde”.

Barbara è la prima a stupirsi delle primavere che corrispondono alla data segnata sul suo documento di riconoscimento. 7 maggio 1957, dice la sua carta d’identità, eppure la D’Urso – ed è in buona compagnia – proprio non riesce a venire a patti con gli anni indicati all’anagrafe. Intervistata da Tv Sorrisi e Canzoni, commenta incredula questo traguardo

Non riesco a dire gli anni che compio, non ce la faccio, anche se mi sforzo non mi escono dalla bocca. È un numero che non corrisponde né al mio corpo né alla mia testa. A volte sento di avere 15 anni, a volte 40, a volte 32.

In effetti, il corpo che sfoggia tutti i giorni in video le dà ragione. Barbara a 60 anni è ancora bella, in forma e determinata come quando ne aveva 40 e conduceva con energia e pugno di ferro i suoi reality in prima serata. Prima del successo, dei tonfi e delle piccole rivincite arrivate negli anni, però, restano gli affetti che la tengono legata alle sue origini: i figli Giammauro ed Emanuelei figli Giammauro ed Emanuele, e i suoi genitori, il severo papà Rodolfo e la dolcissima mamma Vera, la cui scomparsa pesa ancora come un macigno sul cuore di Barbara. Quella della sua morte è l’unica data che, tra tutte, vorrebbe cancellare

Il 23 agosto 1968, il giorno in cui mamma se ne andò. Quando stava per lasciarmi mi portarono in vacanza in campagna, tornai a casa e lei non c’era più.

Quando era ancora Maria Carmela D’Urso.

Barbara D'Urso con il padre Rodolfoin foto: Barbara D'Urso con il padre Rodolfo

Prima della televisione, degli abiti di scena, dei lustrini e dell’indipendenza, c’è una parte della vita privata della quale Barbara va orgogliosa. Nacque Maria Carmela D’Urso nel 1957, ma la realtà napoletana di provincia le stava stretta. Restò nella casa dei suoi genitori fino ai 18 anni, quando comunicò al padre Rodolfo la decisione di andare via. Voleva tentare il successo in televisione e trasferirsi a Milano, lontano da casa. Padre Rodolfo, avvocato del profondo sud rimasto vedovo dopo la morte della moglie avvenuta pochi anni prima, non la prese bene. I rapporti tra loro si incrinarono, ma Barbara andò dritta per la sua strada, opponendosi al padre che voleva frequentasse l’Università. A posteriori, quella scelta le ha dato ragione, ma all’epoca le costò tantissimo. Il dolore legato ai rapporti tesi con il padre acuì ancor di più la sua solitudine quando, a 20 anni, decise di posare nuda per Playboy e Playmen. Fu più di quanto papà Rodolfo potesse sopportare: chiuse ogni comunicazione e decise di smettere di vederla. Fu la nonna di Carmelita a intercedere per lei presso il padre, affinché la perdonasse. “Ascoltate ’a coscienza e fate pace con la piccierella vostra, pensando alla mamma sua che la guarda da lassù con la Vergine e gli angioli” scrisse al genero che, mosso a tenerezza, chiese e ottenne di riabbracciare quella figlia ribelle. Furono gli ultimi momenti familiari sereni: Rodolfo D’Urso morì qualche anno dopo.

Una vita amorosa turbolenta, ma oggi la D’Urso è single.

Ai successi televisivi si è accompagnata la vita sentimentale turbolenta vissuta da Barbara. Ci sono stati diversi grandi amori nella sua vita, ma nessun uomo che le sia rimasto accanto tanto da regalarle l’agognato “per sempre”. Tantissimi sono i flirt che le sono stati attributi, ma si riducono a due le storie più importanti della sua vita: il legame con il produttore Mauro Berardi, padre dei suoi figli, e il matrimonio con Michele Carfora, l’unico uomo che abbia mai sposato. Si innamorò del primo perdutamente ma, contrariamente a quanto si crede, non lo ha mai sposato. Quando le si chiede chi sia l’uomo che ha amato di più, non ha dubbi: “Il padre dei miei figli. Con lui la rottura fu traumatica ma negli anni sono riuscita a costruire un rapporto sereno, per dei genitori è sempre una conquista importante”.

Barbara D'Urso con Mauro Berardi, padre dei suoi figliin foto: Barbara D'Urso con Mauro Berardi, padre dei suoi figli

La storia con Michele Carfora è più complessa, ed è terminata con una lunga battaglia in tribunale. Sposò il ballerino nel 2002, convinta di aver trovato l’uomo della sua vita. Il loro legame terminò nel 2006 quando la D’Urso, attraverso la copertina di un noto settimanale, scoprì di essere stata tradita. Chiese il divorzio e lo ottenne due anni dopo. Qualche anno fa, però, Carfora ha trascinato in tribunale la sua ex moglie. Le contestava il mancato versamento dell’assegno di mantenimento disposto dal tribunale al momento della separazione. Barbara fece il possibile per arginare il clamore mediatico suscitato da quella vicenda, ma non riuscì a esimersi dal rivolgere all’ex parole durissime

Il mio ex marito non solo mi ha tradito, tanto da indurmi a chiedere la separazione con addebito, ma si è rifatto una vita con un'altra donna dalla quale ha avuto una figlia che ora ha tre anni.

Nonostante le delusioni e i flirt sempre più numerosi che ogni giorno le vengono attribuiti, la D’Urso si racconta come una donna single in attesa del grande amore

Non riesco a farmi piacere nessuno. Mi auguro di innamorarmi perdutamente, ma proprio perdutamente.

La carriera e i successi: è in tv 6 giorni su 7.

La via privata non le ha regalato le soddisfazioni che sperava, ma sul fronte professionale Barbara risulta essere ancora invincibile. I suoi Pomeriggio 5 e Domenica Live si confermano inarrestabili schiacciasassi, in grado di inanellare un successo di pubblico dietro l’altro. Entrambe le trasmissioni restano leader della loro fascia, un risultato che la D’Urso difende con i denti e che potrebbe riportarla presto in prima serata. Non che non ci sia già stata. Sono stati numerosi i reality da lei condotti nel prime time di Canale5. Alla D’Urso va un primato: quello di essere riuscita a battere Sanremo con una diretta del Grande Fratello. Era il 2004, al timone del Festival c’era Simona Ventura. Fu la prima e unica volta

Tra i momenti che mi hanno dato maggiore soddisfazione c’è quando con il “Grande Fratello” battemmo Sanremo, prima e unica volta in 67 edizioni del Festival.

Numerosi, purtroppo, sono i flop che Barbara ha dovuto affrontare nella prima serata. Nel 2011 chiuse Stasera che sera ad appena due puntate dal debutto. Ascolti troppo bassi per la trasmissione della D’Urso, che dovette abbandonare il campo. Accadde qualcosa di analogo anche a Baila, altra trasmissione andata in onda in prima serata: chiuse dopo appena 4 puntate e segnò la definitiva collocazione della conduttrice in fasce orarie differenti e meno prestigiose. Presto, però, la D’Urso potrebbe tornare con un esperimento top secret in prime time. Le è stato chiesto se sia prevista una trasmissione che la riporti in prima serata, e la D’Urso ha lanciato il suo amo

Con l’azienda si sta lavorando a un progetto molto particolare. Per ora è top secret, comunque la risposta è sì.