Giorgio Trianni, primario che ha in cura Al Bano Carrisi e che gli ha fornito assistenza dopo la leggera ischemia che l’ha colpito, rassicura i fan circa le condizioni di salute dell’artista. Raggiunto telefonicamente durante la diretta di Pomeriggio 5, il neurochirurgo ha parlato di condizioni di salute più che buone e di un paziente che continua a ripetere a chi lo assiste che la sua ripresa sarà rapida perché non intende mancare agli impegni professionali già presi in precedenza

Le sue condizioni di salute sono più che buone e in costante miglioramento. È stato in terapia intensiva fino alle 14, adesso è in una stanza isolata. È arrivato in ospedale questa notte all 3.30 precise. Proveniva da una altro ospedale, il Policlinico di Bari. Prima che arrivasse, avevo già avito modo di parlare con i colleghi per capire quale fosse il suo quadro clinico. Al Bano ha preferito essere curato a Lecce per il rapporto d'amicizia che c'è con lui e con la famiglia. Ci tengo anche a dire che è stato sempre vigile, collaborante e orientato. Continua a dire che per il 24 deve essere fuori perché ha un impegno, deve cantare.

Quando Barbara D’Urso gli ha chiesto se fosse fuori pericolo, Trianni ha confermato.

Loredana Lecciso: “Ha avuto un’ischemia”.

È stata Loredana Lecciso a confermare che Al Bano è stato colpito da un’ischemia. La showgirl lo ha raggiunto in ospedale insieme a Franco, fratello del cantante. In ospedale, dopo essersi sincerata circa le sue condizioni di salute, ha rilasciato la prima dichiarazione: “Ha avuto un'ischemia e viene monitorato continuamente. Sta recuperando”. Al Bano ha accusato le avvisaglie del malore che lo ha costretto al ricoveromalore che lo ha costretto al ricovero questa notte. Era in auto diretto verso Cellino San Marco. Arrivato al Policlinico di Bari, ha chiesto di essere trasportato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

La conferenza stampa: "Ha bisogno di riposo assoluto"

I medici che seguono Al Bano hanno tenuto una conferenza stampa per rendere chiaro ogni eventuale dubbio circa le sue condizioni di salute

È stato sempre vigile e battagliero, è sicuramente da tenere monitorato per almeno altri tre giorni. Ha bisogno di riposo assoluto, si tratta di un lieve episodio ischemico.

Lo stesso Trianni ha parlato di un lieve disturbo nell'articolazione delle parole

C'è una piccola lesione dell'encefalo, ma lui è stato sempre vigile. Ha un lieve disturbo dell'articolazione delle parole ma il linguaggio è comprensibile. Intorno alle 14 ha accettato di essere spostato in una stanza più isolata per poter stare con i figli, la compagna e altri familiari. Siamo tranquilli, lo stiamo seguendo con attenzione. Capiamo che si tratta di un personaggio amato e importante. Faremo del nostro meglio perché lui torni a cantare. È importante che non ci siano stress.

In ultimo, i sanitari hanno confermato che potrebbe esserci stata una correlazione tra l'ischemia e l'infarto subito a dicembre.