È tempo di confessioni intime per i membri della famiglia reale inglese. Dopo il lungo reportage del settimanale "You" del "Daily Mail", in cui Camilla ha raccontato le pressioni e le difficoltà vissute quando venne scoperta la sua relazione con Carlo, è il turno del principe William, che ha concesso un'intervista a "GQ Britain", nella quale ha parlato del grande peso che ha nella sua vita l'assenza della madre, di cui il 31 agosto ricorreranno i 20 anni dalla scomparsa.

Vorrei aver avuto un suo consiglio – ha rivelato il futuro re di Inghilterra -. Avrei voluto che avesse incontrato Catherine, e avesse visto crescere i bambini, mi rende triste che non abbia potuto, e che loro non la conosceranno mai.

Parole difficili, che un tempo il principe William, che insieme al fratello Harry ha faticato tantissimo ad accettare la perdita della figura materna, non sarebbe mai riuscito a pronunciare

Riesco a parlare di lei più apertamente, più onestamente e riesco a ricordarla meglio e a parlare pubblicamente di lei al meglio. Ma ci sono voluti vent'anni per arrivare a questa fase.

Durante l'intervista, l'erede dei Windsor, ha parlato anche del suo desiderio di far conoscere ai propri figli la vita reale e non solo i rigidi protocolli di palazzo o i flash dei fotografi

La stabilità a casa è così importante per me. Voglio crescere i miei figli in un mondo felice, stabile, sicuro, e questo è tanto importante per noi come genitori. I media lo rendono più difficile, ma combatterò per avere una vita normale.

L'intervista, che sarà pubblicata sul numero di luglio di "GQ Britain", è stata anticipata da una foto condivisa dagli account social della famiglia reale, nella quale compaiono William e Kate sdraiati sull'erba nei giardini di Kensington Palace, mentre i figli George e Charlotte giovano con il cane di casa, Lupo.

A post shared by Kensington Palace (@kensingtonroyal) on