Imma Battaglia confessa a Vanity Fair che quella con Eva Grimaldi sarebbe, solo per l’attrice, la prima storia d’amore di natura omosessuale. Sono tanti quelli che si erano chiesti se nel passato dell’ex compagna di Gabriel Garko ci fosse già stata una storia d’amore di questo tipo, tenuta, però, lontano dai riflettori. Secondo la nota attivista, però, non ci sarebbe alcun precedente

Ci sono stati grandi corteggiamenti e lunghi tempi di conoscenza, tra cinema, pizze e concerti. Tanti giochi. Ma ripeto, noi usciamo per Roma insieme da anni, non ci siamo mai nascoste, solo che la nostra relazione affettiva l’abbiamo sempre vissuta nel privato. Avevamo parlato a lungo della sua scelta di partecipare al programma, mi aveva avvisato che avrebbero scavato nella sua vita privata e c’era il rischio che la nostra relazione uscisse fuori. Anche se in verità noi non ci siamo mai nascoste. Io ci ero già passata, per me è la terza storia con una persona che non ha mai amato altre donne all’infuori di me. Ci siamo conosciuti nel settembre 2010, tramite amici comuni, e ho apprezzato subito la sua determinazione

La decisione di partecipare all’Isola dei famosi sarebbe nata su precisa richiesta di Eva

Certo, lei mi ha chiesto il sostegno e io ho accettato perché la amo. Poi c’è da dire che il gesto di Eva non è solo affettivo, ma per come la vedo io ha pure una valenza politica e femminista: una donna coraggiosa che riparte da zero, scrollandosi di dosso etichette e stereotipi. Eva ha pagato gli anni Ottanta e la sua incredibile bellezza. Ha lavorato con registi importanti eppure spesso non viene ricordata nel novero delle attrici, come se non ne fosse degna. È stata usata e poi gettata.

Imma Battaglia: "Ho paura a uscire di casa"

L’Isola dei famosi, oltre al coming out in tv, ha regalato a Imma Battaglia un gran numero di nemici. Chi non ha metabolizzato il fatto di aver portato un amore omosessuale all’interno di un reality, come lei stessa ha confessato a Tv Talk, le avrebbe giurato guerra

Il pubblico delle fiction, non statisticamente, lo considero comunque un pubblico molto elevato e abbastanza più aperto. Trovo che in queste cosiddette trasmissioni pop si colpisce un pubblico, che poi è quello che mi ha infangato di violenza, di accuse terribili. Nella mia vita ho lottato tantissimo, ma quello che sto subendo adesso non l'avevo mai subito. Vi confesso che per la prima volta nella mia vita ho paura ad uscire di casa. Non mi era mai accaduto di avere questo sentimento. I pazzi sono pazzi e gli haters spaventano.