È da anni che a James Hewitt, ex amante di Lady Diana, viene attribuita la paternità di Harry. Per anni queste voci, che continuano ancora oggi, sono circolate in rete e tra i media, rese ancor più cospiratorie dalla somiglianza che esiste tra l’uomo e il secondogenito di Carlo d’Inghilterra e Diana. Hewitt ha accettato sempre di buon grado il grosso numero di pettegolezzi circolati intorno alla sua vita privata, ma non ha mai confermato le voci secondo le quali sarebbe lui il padre del principe. Intervistato al Sunday Night, Hewitt ha pensato di smentire ufficialmente tali dicerie, aggiungendo che queste voci avrebbero già fatto male a sufficienza al giovane Harry

Non sono il padre di Harry. Queste voci, poveretto, fanno più male a lui che a me. Bugie che servivano per vedere i giornali. E non hanno fatto bene ad Harry.

È innegabile che tra i due una certa somiglianza esista, ma l’ex ufficiale si dice certo di non avere avuto figli dalla sua ex amante.

La storia tra Diana e Hewitt.

Hewitt ha fatto parte della lunga lista di amanti attribuiti a Diana. Già in passato si era detto infastidito dalle voci legate alla presunta paternità di Harry, soprattutto nel rispetto della memoria di Lady D. Conobbe la principessa nel 1986, all’epoca in cui il matrimonio con Carlo era già entrato in crisi. Secondo quanto si racconta, ebbero una relazione per circa 5 anni. L’ex ufficiale ha ricordi meravigliosi di quella storia d’amore vissuta sul filo del rasoio. È con un velo di nostalgia che racconta

Diana aveva un'aura speciale attorno a sé. È stato un crescendo e ad un certo punto, sapete cosa accade, improvvisamente non ne avete mai abbastanza l'uno dell'altro. Mangiavamo, ci rilassavamo, ridevamo. Non mi pento di niente. Era una persona di cui era così facile innamorarsi, quindi penso che questo mi verrà perdonato.