Partito come uno dei favoriti alla vittoria, Marco Carta ha chiuso l'Isola dei Famosi 2016 con l'eliminazione in semifinale. Il cantante ha fatto il bilancio della sua esperienza di naufrago nell'ultima puntata del Grand Hotel Chiambretti

Non mi aspettavo né di vincere né di non vincere, noi naufraghi non abbiamo contatti con l'esterno e nessuna percezione, di conseguenza viviamo tutto al presente. Dire che non sono dispiaciuto sarebbe una bugia, arrivare in finale è sempre un grandissimo obiettivo e una cosa meravigliosa ma, nel momento in cui mi hanno eliminato, ho sentito 150 chili in meno e ho detto ‘ora vado a mangiare'.

Da parte di Piero Chiambretti, però, non poteva mancare l'inevitabile accenno alle voci della presunta omosessualità di Carta. Nelle lunghe settimane all'Isola, si vociferò addirittura di una liason con Jonas Berami tra le spiagge dell'Honduras. Parenti ed ex fidanzate sono intervenute a comprovare l'eterosessualità di entrambi e ora è lo stesso Carta a mettere la parola fine alla vicenda. Alla domanda di Chiambretti "Lei è stato definito la ‘checca isterica', lo è ancora?" (così lo apostrofò Paola Caruso), Marco ha replicato telegraficamente: "Non lo sono mai stato in realtà".

Le foto apparse su Gay.tv.

Il conduttore ha inoltre rievocato un episodio risalente al 2008, quando alcune foto di Carta senza veli finirono sul portale Gay.tv. "Qualcosa di vero sotto sotto ci sarà, no?", ha insinuato Chiambretti.

No, certo che no! Dipende dal contenuto, se io le faccio una foto ed è inedita e la mando su Gay.tv vuol dire che è gay? E allora… quindi è risolto.

Il sempre astuto Piero ha inoltre chiesto al cantante lanciato da "Amici" e vincitore al Festival di Sanremo 2009 se la partecipazione all'Isola dia una spinta in più alla promozione del suo nuovo lavoro (il disco "Come il mondo" uscirà il 27 maggio, il singolo "Non so più amare" è stato pubblicato il 22 aprile).

Il disco deve ancora uscire, potrò dirlo tra un po'. Il singolo è uscito, in realtà per il momento… ho avuto singoli che sono stati più alti, deve passare più tempo, per ora – voglio fare gli scongiuri – sta andando molto bene. È ovvio che la partecipazione all'Isola dà tanta visibilità e anche modo di poter farsi vedere nella propria umanità diversamente da come normalmente uno è.