La domanda di apertura di questo articolo sarebbe degna di uno degli interrogativi di un suo giallo, ma questa volta è una questione che riguarda proprio Carlo Lucarelli, volto riconosciuto della letteratura italiana contemporanea e narratore di rara fama dei casi di cronaca (e non solo) più controversi della storia di questo paese. Insomma, questa è un'altra storia, volendo parafrasare proprio l'incisiva frase che ha reso così celebre lo scrittore, è la sua storia.

E cosa c'entra Fabio Fazio, il conduttore di Che tempo che fa, con la storia d'amore sbocciata nel 2008 tra Carlo Lucarelli e la sua attuale moglie e madre di due figlie Yodit? A raccontarlo è stato proprio lui, alla vigilia dell'ospitata nel programma di Fazio, per la presentazione del suo ultimo libro e certamente leggere la sua "digressione personale" pubblicata su Facebook vale più di qualunque sinossi dell'aneddoto

Piccola digressione personale: questa sera sarò a Che tempo che fa a parlare con Fabio Fazio del mio libro, Intrigo Italiano.
Ecco, l'ultima volta che ci sono andato è stato nel 2008 con L'Ottava Vibrazione, altro libro mio, mi hanno messo a dormire in un bell'albergo da quelle parti e alla reception lavorava questa ragazza eritrea che mi ha detto "sei tu quello che ha scritto un libro sul mio paese?".
Ero io, infatti, l'Ottava Vibrazione è ambientato a Massaua durante il periodo coloniale italiano, così ci siamo messi a parlare, ci siamo scambiati la mail, eccetera eccetera.
Adesso torno da Fazio con un altro libro e mi hanno messo di nuovo nello stesso albergo, e non ci vado anche con Yo soltanto perché una delle nostre bimbe ha la febbre -è sempre così con i bambini- lei è dovuta rimanere a casa e quindi rimandiamo il romanticismo ad un altra volta, visto che messo così, oltre alla presentazione di un libro pareva quasi un pellegrinaggio.
Perché nel frattempo, quando si è visto che stavamo facendo sul serio, io le ho detto "senti un po'" e nei miei ricordi ho aggiunto anche "bambina", senti un po', bambina, "io tre cose: non mi sposo, non convivo e non faccio figli".
Ed essendo io un uomo forte che non deve chiedere mai, adesso siamo sposati, viviamo insieme e abbiamo due gemelle.
Ma questa è un'altra storia.
Comunque, alla fine, grazie a Fazio e tutta la sua banda, e non solo per i libri.
C.