Uomo perfetto sullo schermo televisivo, Raoul Bova perde parte della sua efficacia se il campo d’azione è quello domestico. È l’attore stesso a confessarlo nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale “Io Donna”, cui confida le sue incapacità nascoste

Non sono bravo in casa, cerco di dare il mio contributo ma finisco sempre con l’essere in mezzo ai piedi. Ma una cosa che so fare bene c’è… Preparare la tavola creando l’atmosfera con luci e candele. Me lo ha insegnato la nonna, e quando mia mamma raccoglie i fiori di campo riesco a fare anche delle belle composizioni. Mi piacciono rose, margherite, orchidee…Il mio fiore preferito è il girasole, mi incuriosisce.

Bova dichiara di non amare i gesti eclatanti. Compagno di Rocìo Muñoz Morales da circa 3 anni, preferisce le attenzioni semplici, le stesse che gli avrebbero consentito di conquistare la donna della sua vita: “Non sono da feste commerciali come San Valentino, preferisco sorprendere tutti i giorni con un fiore, un invito, una tavola ben preparata”. Del resto, anche le scelte operate in campo sentimentale confermano quanto racconta. Bova ha sempre preferito le donne semplici, amanti della riservatezza, proprio come lui.

Lo conferma la lunga storia d’amore con Chiara Giordano, madre dei suoi due figli, e la relazione con Rocìo. Sebbene diverse tra loro, entrambe hanno preferito non spettacolarizzare mai la loro vita privata e il legame con  il noto attore. Anche quando il matrimonio con la Giordano è finito, la figlia dell’avvocato Annamaria Bernardini De Pace ha rispettato il naturale bisogno di riservatezza sempre praticato insieme al suo ex compagno. Con Rocìo le cose non sono cambiate. L’attrice spagnola è rimasta in disparte per tutta la durata del periodo che sancì la separazione da Chiara. Ancora oggi, sui social network che a lei fanno capo, non ci sono foto che celebrino l’amore con Bova.