Mai, nella storia dell'Isola dei Famosi, vittoria fu più annunciata di quella di Raz Degan nell'edizione 2017. L'ex modello israeliano, tornato in tv dopo una lunga assenza, ha letteralmente conquistato il pubblico del reality di Canale 5, trionfando nella finale del 12 aprile addirittura con il 90% dei voti.

Si era detto che, dopo la vittoria all'Isola, per ragioni non chiare Degan avesse rifiutato qualsiasi intervista:"Il mio contratto finisce qui". Una decisione, in realtà, tutt'altro che sorprendente, visto l'anticonformismo e l'insofferenza nei confronti dei meccanismi televisivi che Raz ha dimostrato nel corso di questi mesi. E invece, il Corriere della Sera è riuscito a intercettare il naufrago prima della sua partenza (pare che sia in viaggio con Paola Barale).

"Ero più in sintonia con i paguri che con i naufraghi"

Coerentemente con quanto detto e fatto durante le settimane passate all'Isola, Degan ha avuto ancora una volta parole tutt'altro che lusinghiere nei confronti degli altri concorrenti.

Hanno reagito con quelle che sono le loro capacità, giudicano in base alle loro azioni. Io no, non ho giocato mai. I veri squali non erano in acqua ma sulla spiaggia. Ero più in sintonia con i paguri, le onde, il vento, le palme, il canto degli uccelli piuttosto che con loro e le loro chiacchiere banali e noiose. Però credo che la crisi sia anche un’opportunità. Ho cercato di convertire la rabbia, era diventata quella la vera sfida, la meno facile da superare.

L'enorme consenso del pubblico è stato un piacere inatteso: "Per me è stato un regalo caduto dal cielo. La gente è riuscita a percepire il richiamo della natura nei miei confronti, il mio urlo pacato. Mi fa molto piacere, sono grato". L'isolamento di Raz è stato percepito addirittura come un messaggio contro il bullismo, cosa di cui lui va molto fiero

Una persona intelligente non deve cadere nelle logiche degli imbecilli o cambiare per diventare più simile a loro. Penso che sia doveroso mantenere sempre la propria integrità e non cadere mai nel banale. La mia fortuna è sempre stata viaggiare molto. Mi ha insegnato che la vita è un regalo che va coltivato, un sogno da annaffiare tutti i giorni.

Raz Degan dopo l'Isola dei Famosi 2017.

Ora, Raz Degan non sa ancora se il suo futuro sarà in tv o se tornerà a fare il regista. La celebrità riacquistata grazie al reality potrebbe essere un felice traino per il suo documentario "The Last Shaman" che lo ha portato a fare scelte di vita radicali: "Ho annullato gli ultimi 5 anni della mia vita per seguire un ragazzo in Amazzonia. Ho deciso di ritirarmi dietro una telecamera e osservare, stare dietro l’obiettivo e non essere l’oggetto che viene ripreso, raffigurare il mondo". Di certo, tornerà nel suo amato trullo di Cisternino, in Puglia ("un po’ fuori dal tempo, il telefono che non prende") e forse, riallaccerà l'amore con Paola Barale. Di questo Raz non parla, lasciando la sua vita privata fuori dalla curiosità mediatica e concludendo con un messaggio positivo, dopo la scelta di destinare la metà della vincita ai bambini siriani

Questo perché siamo tutti esseri umani, ho fiducia in questo. Sono israeliano ma non ne faccio una questione di razza, religione, di uomo o donna. Credo nella persona e nella possibilità di costruire un mondo migliore.