Il gip di Milano ha rinviato a giudizio Nina Moric a causa di alcune frasi pronunciate all’indirizzo di Belén Rodriguez nel 2015. La modella croata, ex moglie di Fabrizio Corona, fu intervistata all’interno della trasmissione radiofonica La zanzara e confermò di aver scritto sui social un post indirizzato proprio all’ex compagna di Corona all’interno del quale, tra le altre cose, definì la Rodriguez “viados” (termine con il quale si fa riferimento a uomini, anche non travestiti, dediti alla prostituzione). All’interno del capo d’imputazione si legge

Nel corso di una intervista radiofonica nel programma ‘La Zanzara' sull'emittente Radio 24 offendeva la reputazione di Maria Belén Rodriguez, confermando di averla definita su alcuni social network ‘viados' e aggiungendo: "Non è una bella persona come tutti credono…perché quando si trattava di mio figlio girava per casa nuda…mio figlio ha avuto gli incubi quando aveva cinque anni, lei mi minacciava di morte…minacciava che portava via mio figlio.

A La zanzara, in diretta radiofonica, la Moric aggiunse: “Anzi mi scuso coi viados per averli paragonati a Belén Rodriguez, è una strega cattiva e prima o poi verrà fuori". Per quelle frasi Belén ha querelato la Moric. La showgirl è assistita dall’avvocato Andrea Righi, mentre a seguire la Moric è stata Solange Marchignoli. Il processo per diffamazione si aprirà il 7 luglio prossimo. Fu proprio Nina a rendere pubblica via Facebook la querela ricevuta da parte della showgirl argentina. Da quel momento, la croata ha preso la distanze da Belén, cessando di scrivere o di pronunciarsi in merito di ciò che la riguarda. Pochi giorni fa, però, le due sono state nuovamente accostate a causa del processo che si sta tenendo in questi giorni a Milano per la vicenda dei soldi nascosti nel controsoffitto che ha condotto nuovamente Corona in carcere. In quell’occasione, Belén è stata ascoltata tra i testimoni e a, a breve, renderà testimonianza anche Luigi Mario Favoloso, attuale compagno di Nina.