Una pornostar si è ripresa mentre ha fatto sesso nel confessionale di una chiesa olandese. Per la legge ma soprattutto per la morale sente di non aver fatto nulla di sbagliato perché non ci sono leggi contro la blasfemia. Il caso ha fatto discutere in Europa, la notizia è tra le più lette nella cronaca locale ed ha sollevato l'ira e l'indignazione dei tantissimi fedeli della Chiesa di St.Joseph, a Tillburg, dove è avvenuta la sconcezza. Il caso non può essere portato davanti ad un giudice perché, come stabiliscono le leggi, non c'è offesa punibile non esistendo una legge contro la blasfemia.

Il video è stato pubblicato dal sito di proprietà di Kim Holland, una delle star del porno più famose in Olanda, e la coppia che ha girato il video hard nella chiesa di Tillburg ha colpito anche in altri luoghi pubblici della città, come l'ascensore di un centro commerciale e un parcheggio privato. Jan van Noorwegen, prete della chiesa, ha denunciato tutto al Procuratore Generale Charles van der Voort, il quale ha spiegato dell'impossibilità a procedere contro la coppia in nessun caso. Nonostante la registrazione sia veramente offensiva e senza rispetto, non c'è offesa che sia punibile. Kim Holland ha però rimosso il video dal suo sito personale, chiedendo formalmente scusa ai fedeli della Chiesa e ai suoi rappresentanti.

Delusione da parte del prete della chiesa

No, non sono felice di certo di questa decisione. Dobbiamo cominciare a pensare che le cose più pazze possano succedere nei pubblici edifici? Immagina. Essere in una chiesa o in un municipio o in un ristorante. Tutto sarebbe permesso?

I media locali stanno continuando a tenere alta l'attenzione sul caso affinché se ne possa parlare al più presto in Parlamento.