Tra gli ospiti del Festival del Cinema di Venezia c’era anche Sonia Lorenzini, ex tronista di Uomini e Donne. La giovane è stata accompagnata dal fidanzato Emanuele Mauti, il pallanuotista scelto al termine del suo percorso nel dating show condotto da Maria De Filippi.

Ad attirare l’attenzione generale è stato l’abito con spacco frontale che ha mostrato più di quanto avrebbe dovuto nascondere. In pieno stile “Belén Rodriguez a Sanremo 2012”, Sonia ha sfilato sul tappeto rosso mostrando le gambe. Il vento, però, ha fatto in modo che lo spacco si aprisse a rivelare di più, mostrando quanto l’ex tronista indossava sotto l’abito. Il consueto strapless panty – un tipo di biancheria intima che si indossa sotto gonne di questo tipo – ha fatto in modo di nascondere le parti intime, svelando però quello che sembrerebbe essere un tatuaggio che sbuca dagli slip.

Sonia ed Emanuele a Venezia perché invitati alla prima.

Sonia Lorenzini ed Emanuele, sua scelta a Uomini e Donne, erano presenti al Festival del Cinema di Venezia 2017 perché invitati alla prima del film Una famiglia, presentato proprio in occasione del celebre concorso cinematografico. La Lorenzini ha pubblicato sui social una serie di foto scattate proprio durante l’evento, scatenando una ridda di critiche. C’è chi si chiede come mai due personaggi tanto lontani dal mondo del cinema siano stati invitati a partecipare a un evento di questo tipo. È stata proprio l’ex tronista a dare una spiegazione, sperando così di dare un taglio alle polemiche che la sua partecipazione a Venezia ha scatenato. In riferimento a una donna che le aveva rivolto le critiche più pesanti, Sonia ha replicato

Se trova assurdo che due brave persone vengano invitate alla prima di un film, allora credo che lei abbia qualche problema personale. Avrei voluto vederla rifiutare al posto nostro. Non siamo andati a fare le star ma con tutta l’umiltà di questo mondo, felici di poter vivere un’esperienza unica. Le cose assurde sono altre.

A post shared by 🍓Sonia Lorenzini 🍓 (@sonia__lorenzini) on