video suggerito
video suggerito

Charlize Theron: “Temevo di invecchiare ma ora so che non significa appassire”

Intervistata da “W Magazine”, Charlize Theron ha dichiarato che con la maternità ha capito che invecchiare non è un dramma. Ha spiegato l’importanza di onorare ogni età. Oggi si sente molto più libera di godersi la vita e non è più schiava dell’idea di dover piacere a tutti.
A cura di Daniela Seclì
25 CONDIVISIONI
Immagine

"W Magazine" ha dedicato la copertina e una lunga intervista a Charlize Theron. L'attrice si è raccontata, spiegando come sia cambiata la sua visione dell'invecchiamento da quando è diventata mamma. Oggi ha 39 anni e si è liberata di tutti i pregiudizi che aveva, circa la vecchiaia:

"Penso che come molte donne, ero critica nei confronti delle donne che invecchiavano. Le donne, nella nostra società, sono categorizzate, perciò iniziamo a sentirci come fiori recisi destinati ad appassire. Oggi ho compreso che non è così, possiamo onorare ogni età. Questo è l'incoraggiamento che intendo dare alle ragazze di vent'anni che sono terrorizzate dall'idea di invecchiare. Non abbiate un crollo di nervi e non affogate nello Chardonnay. Invecchiare non è così male (Ride). In realtà, sono un'alcolizzata, ma per favore non preoccupatevi (Ride)".

Oggi, Charlize Theron si gode il piccolo Jackson, che ha 3 anni. Ha rallentato il passo e invita anche le ventenni a frenare un po':

"Io direi "Calmatevi". Io ero sempre di fretta. Mi sentivo come se il tempo potesse sfuggirmi. Ora che sono più grande, so che non mi sto perdendo nulla. Ora, vado a casa e mi sento davvero bene. Quando ho compiuto 30 anni, ho capito che non dovevo piacere a tutti. Potevo davvero godermi la vita, il che non è affatto una brutta cosa".

Charlize Theron, infatti, ha trovato il suo equilibrio e la sua felicità al fianco di Sean Penn. Ma nell'intervista con "W Magazine" ha spiegato che una parte del suo cuore è per i suoi cani:

"Sono tutti miei figli. Lo so che alcune persone si straniscono quando si parla in questo modo degli animali, ma l'amore è amore e la cura è cura. Solo perché uno ha bisogno di un pannolino e l'altro no, non significa che non si possa provare un sentimento profondo per loro. La perdita di alcuni dei miei cani è stata devastante, come la perdita di un membro della famiglia".

25 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views