Si chiude finalmente la "telenovela" che ha visto protagonista Gina Lollobrigida e il controverso imprenditore catalano Javier Rigau Rafols, legato alla diva italiana da un matrimonio che la Lollo ha denunciato più volte come una truffa. Ora le nozze sono state annullate: la Sacra Rota ha sciolto il sacro vincolo per "per inesistenza", pare con la firma del Papa in persona.

La gioia di Gina Lollobrigida

La storia tenne banco per mesi a Domenica Live, dove sia la Lollo che Rigau raccontarono le rispettive versioni dei fatti ai microfoni di Barbara D'Urso. Ora che il Vaticano ha dato ragione all'attrice, lei esulta per la gioia, raggiunta dal Corriere della Sera: "Finalmente! La verità doveva venire fuori. E poi il fatto che sia stato proprio il pontefice a siglare la sentenza di annullamento mi riempie ancor più di gioia. Quell’individuo (Rigau, ndr) non la piantava più di farsi pubblicità sul mio nome. Ma soprattutto metteva in dubbio la mia credibilità e avanzava diritti che non ha sul mio patrimonio!".

Il "matrimonio per procura" con Rigau

La Lollobrigida conobbe Rigau nel 2000: ci fu una frequentazione e sei anni dopo lui le chiese di sposarlo. All'ultimo momento, però, la star di "Pane, amore e fantasia" annullò tutto. Nel 2013, scoprì di essere clamorosamente sposata a sua insaputa: sembra che nel 2010 lui le avesse fatto firmare con l'inganno un documento, poi rivelatosi il certificato di nozze. Ben diversa la versione del catalano, che ha sempre sostenuto che il matrimonio, celebrato con rito religioso, fosse valido. La legge ha peraltro dato ragione a Rigau, che nel 2017 è stato assolto dall'accusa di truffa.

Esulta l'assistente di Gina Lollobrigida

Chissà se l'ultimo capitolo della vicenda sarà raccontato dalla D'Urso, che ha sempre dedicato ampio spazio all'argomento, o da Mara Venier a Domenica In, dove la Lollobrigida è stata ospite di recente. In realtà, chi spera di sentire il racconto in diretta tv questa domenica resterà deluso. L'attrice sarà infatti a Hollywood, per le riprese del documentario sulla sua vita "The Last Diva". Intanto, sempre al Corriere, esulta Andrea Piazzolla, l'assistente della Lollo accusato di circonvenzione d'incapace dallo stesso Piazzolla e dai famigliari di lei. Sarebbe stato lui a scoprire il documento che attestava le nozze: "Beh, sono stato denunciato da Rigau che si poneva come “marito di Gina”. Questo annullamento per “inesistenza” dimostra che se c’è qualcuno che voleva tutelare Gina è stato il sottoscritto".