Intervistata durante il programma I lunatici, in onda su Radio2, Lory Del Santo ricorda una breve ma dolorosa parentesi della sua vita, un episodio durato lo spazio di una notte. Incontrò un uomo che oggi definisce “violento” al quale decise di concedersi solo scopo di poter sfuggire indenne a quelle ore dolorose. Negli anni a seguire non avrebbe più rimosso quell’episodio:

Fregature? Una sera a Londra ho incontrato l'amico di una mia amica. L'avevo conosciuto la sera precedente, lasciamo perdere, è andata a finire male, è stata una delle cose più drammatiche della mia vita. Gli uomini purtroppo sono molto maiali e un po' violenti talvolta, mi ha dato uno schiaffo sulla faccia, io ho capito che era meglio dirgli di sì piuttosto che provare a dire di no e avere qualche dramma successivo.

Lo schiaffo e la decisione di concedersi

La Del Santo, oggi legata al giovane Marco Cucolo, sostiene di avere deciso di concedersi quella notte allo scopo di evitare drammi peggiori: “Ci sta che nella vita tutto non sia perfetto sempre. Mi sono concessa a lui pur di uscirne illesa. Io mi ero rifiutata di salire nella sua stanza in Hotel, lui mi convinse a salire con una scusa. Ho pensato che non potesse mai succedermi nulla in un hotel. Fosse stata una casa privata non sarei mai salita. Non mi ha fatto uscire dalla stanza tutta la notte. Per lo schiaffo mi si è gonfiata la guancia”. Scappata, decise di non denunciare: “Non l'ho mai denunciato perché ho paura delle vendette. Ho preferito dimenticare”.

L’estate che non avrebbe mai dimenticato

Tra i ricordi belli, invece, Lory inserisce l’estate trascorsa con un miliardario conosciuto in discoteca, un uomo che le avrebbe regalato un’estate da sogno a bordo del suo yacht: “L'amore estivo più bello? Quando ho conosciuto un arabo con una barca grandissima. È stata un'estate speciale, ho conosciuto una persona speciale, mi ha ospitato in una barca eccezionale, io ero giovanissima, avevo vent'anni. Ero a Parigi, facevo la modella, ho conosciuto in discoteca che mi ha invitato in Costa Azzurra, in una villa meravigliosa, con una piscina oceanica.  Non avevo neanche le valige. È stata l'estate più avventurosa della mia vita. Io sono sempre stata una avventuriera, ho sempre cercato di fare cose sicure, ma le disgrazie possono capitarti anche dentro a una cassaforte”.