8 Luglio 2013
15:47

Ribas contro Saviano su Twitter: “Fai più serate di me, chi è il tuo agente?”

Ana Laura Ribas risponde ad un tweet in cui Saviano promuoveva un suo incontro dei prossimi giorni. Prima è ironica, poi quando i follower dello scrittore rispondono attaccandola rincara la dose: “Non sopporto questi che usano twitter solo per auto promuoversi,è fastidioso”.
A cura di Andrea Parrella

Meravigliosa Ana Laura Ribas. Non ci sono altri commenti per descrivere la reazione a catena che provoca commentando su Twitter un messaggio di Roberto Saviano. Lo scrittore napoletano, come spesso fa, rende noto ai suoi follower di un appuntamento cui sarà presente (per leggere tutta la conversazione cliccare qui). Niente di strano sino a quando a commentare non è proprio la show girl, svenuta qualche settimana fa durante una puntata di Pomeriggio 5: il suo messaggio pare inizialmente ironico: "Ammazza!!! fai più serate in giro per l'Italia di me…chi è il tuo agente,mi dai il suo numero?:-)". Ci si sarebbe attesi tuttalpiù una risposta divertita di Saviano. Invece la situazione comincia a vacillare quando da un altro account arriva un interrogativo improvviso: "Ma sei scema?".

"Perché ti metti in mezzo/fattifatti tuoi" replica la Ribas, aggiungendo: "Stavo scherzando,nn sopporto questi che usano twitter solo per auto promuoversi,è fastidioso". Sembra una conversazione alla quale vada ancora messo un suggello, un marchio di fabbrica altrettanto sensazionale, che esemplificherebbe la facilità con la quale Twitter possa creare, talvolta degli incroci amorfi e impensabili: tutta l'Italia, tutto il Brasile, non si aspetta che la risposta di Saviano.

Ribas seminuda dall'estetista:
Ribas seminuda dall'estetista: "Combatto la ritenzione idrica"
Ribas:
Ribas: "Dopo il matrimonio della Marini, ho rimandato le nozze con Marco"
La Ribas attacca Fanny Balotelli per la copertina su Vaniy Fair
La Ribas attacca Fanny Balotelli per la copertina su Vaniy Fair
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni