3 Marzo 2021
15:51

Ryan Fisher, il dog sitter di Lady Gaga: “Ho avuto un incontro ravvicinato con la morte”

Ryan Fisher, il dog sitter di Lady Gaga, racconta dopo un lungo silenzio quanto gli è accaduto la sera dell’aggressione durante la quale hanno rapito i cani della pop star, ora tornati nuovamente a casa. “Ho avuto un incontro ravvicinato con la morte” dichiara dal letto di ospedale nel quale si trova per completare la convalescenza dopo l’operazione a cui è stato sottoposto.
A cura di Ilaria Costabile

Quanto è accaduto a Ryan Fisher il dog sitter di Lady Gaga, è stato ripreso da tutte le maggiori testate nazionali ed internazionali, che hanno provato a ricostruire l'aggressione ai danni del trentenne con il conseguente rapimento dei cani della diva che, però, adesso sono salvi e finalmente a casa. Il ragazzo che è stato sparato dai malviventi ha voluto raccontare il terribile episodio, documentato anche in un video,  con un post pubblicato sul suo profilo Instagram, dove si mostra ancora convalescente in ospedale, dopo l'intervento a cui è stato sottoposto.

Le prime parole di Ryan Fisher dopo l'aggressione

Un racconto straziante quello di Ryan Fisher che dal letto di ospedale, visibilmente provato, cerca di rimettere insieme i pezzi di quanto gli accaduto. Una vicenda incredibile in seguito alla quale si è salvato quasi per miracolo, come racconta lui stesso in questo lungo post pubblicato su Instagram:

Mi sto ancora riprendendo da un incontro ravvicinato con la morte e mi sono tenuto lontana (per la maggior parte, voglio dire che sono umano) dalla crescente storia dei media. Scriverò e dirò di più più tardi, ma la gratitudine per tutto l'amore che sento da tutto il pianeta è immensa e intensa. Ho sentito il vostro supporto! Grazie. Sono umiliato e grato che l'attenzione e la concentrazione della polizia siano state sufficienti a riportare Koji e Gustav al sicuro, e so che sono impegnati a portare questi criminali e tentati assassini alla giustizia. Sono così riconoscente per tutto quello che continuate a fare. […] Primi soccorritori e operatori sanitari: mi avete letteralmente salvato la vita e mi avete aiutato a riprendere a camminare come un bambino, non posso ringraziarvi abbastanza

Il ringraziamento a Lady Gaga

Dopo aver ringraziato tutti coloro che gli hanno mostrato solidarietà, il ragazzo ha parlato anche di Lady Gaga che ha cercato in tutti i modi di supportarlo e fargli sentire la sua vicinanza: "E a Elisha, la mia famiglia di Haüs e Lady Gaga: i vostri bambini sono tornati e la famiglia è al completo… ce l'abbiamo fatta! Mi avete mostrato così tanto sostegno durante tutta questo periodo critico sia a me che alla mia famiglia. Ma il vostro sostegno come amici, nonostante il rapimento traumatico dei vostri piccoli, è stato incrollabile. Vi amo e vi ringrazio". Il dog sitter ha poi concluso il messaggio dichiarando di essere impaziente di rivedere i tre bulldog francesi della diva.

L'uomo che ha rapito i cani di Lady Gaga condannato a 4 anni, aveva sparato al suo dog-sitter
L'uomo che ha rapito i cani di Lady Gaga condannato a 4 anni, aveva sparato al suo dog-sitter
Il video del rapimento dei cani di Lady Gaga:
Il video del rapimento dei cani di Lady Gaga: "Ricompensa da mezzo milione"
Il dogsitter di Lady Gaga:
Il dogsitter di Lady Gaga: "Dopo l'aggressione mi hanno tolto parte di un polmone"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni