La prima notizia è che anche Sharon Stone frequenta le app di incontri, e non è poca cosa a giudicare dalla fama dell'attrice e, di conseguenza, alla capacità di penetrazione sul pubblico di queste piattaforme che sono divenute un segno distintivo dei tempi che viviamo. E che non si trattasse davvero di Sharon Stone, ma di un account falso, devono averlo pensato molti frequentatori dell'applicazione Bumble, che infatti ha bloccato l'account all'attrice in seguito a diverse segnalazioni di molti utenti, che contestavano appunto la presenza di un account fake col nome dell'attrice.

Ma di falso non si trattava, tant'è che la stessa attrice statunitense ha deciso di denunciare il fatto su Twitter, indirizzando il suo messaggio all'account ufficiale della piattaforma. L'attrice 61enne ha twittato così: "Hanno chiuso il mio account. Alcuni utenti hanno riferito che non potevo essere io! Ehi Bumble, mi stai tagliando fuori?". La frase, che in realtà subodora di trovata pubblicitaria per fare un po' di rumore attorno all'app, è stata seguita da un altro tweet di Sharon Stone, che ha appunto mostrato lo screen del blocco al suo account. L'uscita dell'attrice ha ricevuto migliaia di interazioni in poche ore e, soprattutto, una risposta pressoché immediata da parte dei gestori dell'applicazione, in particolare dalla direttrice editoriale Clare O'Connor, che riattivandole immediatamente l'account le ha augurato  di trovare presto il suo tesoro utilizzando l'app.

Difficile trovare un personaggio che con un'uscita simile potesse generare chiacchiericcio più di quanto stia riuscendo a fare in queste ore Sharon Stone, da sempre ritenuta una femme fatale del cinema hollywoodiano, soprattutto per il ruolo iconica in Basic Instinct che l'ha consegnata alla storia del cinema. C'è anche da dire che da diversi anni l'attrice non ha un compagno fisso, dopo il divorzio a metà anni Duemila. Condizione, quella di single, che l'attrice ha sempre rivendicato anche pubblicamente.