00:18

Belen Rodriguez: “Mi sono emozionata alla dichiarazione d’amore di Fabrizio”

Ospite a Le Invasioni Barbariche, Belen Rodriguez racconta ancora una volta del sentimento che la tiene legata a Fabrizio Corona. La dichiarazione di pochi giorni fa a Oggi è sicuramente d'amore, Belen non ha dubbi e si è ancora una volta emozionata per il suo ex.

Belen Rodriguez:

Ma Belen non doveva fermarsi per Santiago? La Rodriguez con il pancione striminzito in un mini abito nero e su tacchi vertiginosi, è ospite a Le Invasioni Barbariche. Le chiacchiere tra la bella showgirl e la conduttrice Daria Bignardi, iniziano in chiave social, proprio da quel dibattito sulla tinta ai capelli di Belen che ha fatto tanto discutere, un’esagerazione scatenata dai commenti di tanti utenti Facebook, che hanno accusato la showgirl di fare del male al suo bambino:

E’ venuto fuori che mi tingo i capelli con ammoniaca e tolgo l’ossigeno a mio figlio. Ma se dovessi ascoltare tutti i commenti che scrivono passerei la vita a difendermi. Secondo me gli stessi che criticano sono quelli che ti vengono a chiedere l’autografo, voglio credere siano più che altro ragazzini. Ci ho fatto la corazza, il prototipo della donna bella cancella tutto il resto. Io so leggere, so scrivere, so cucinare faccio tutto quello che fanno le donne meno carine.

Si passa a parlare della vita sentimentale di Belen e Stefano, con lui che diventerà padre relativamente giovane. La Rodriguez non trova sia un’età precoce e fa sapere:

Non è presto. Mio padre mi ha avuto a 24 anni e mia madre a 21. Il corpo della donna è pronto già a 16-17 anni ma adesso l’età per avere figli si è spostata a 22-23 anni ed è giusto. Aspetto Santiago con una gioia immensa. E’ la prima volta che divento mamma ed è tutto un po’ nuovo.

L’intervista entra nel vivo quando la Bignardi domanda a Belen “quello che le chiedono tutti” ovvero come mai sceglie uomini così imprevedibili quando potrebbe avere chi vuole. La giornalista specifica: “Anche Berlusconi ha avuto da ridire perché se ti sei messa con Corona non hai cervello“, Belen ribatte senza fare una piega “l’ha detto perché non gliel’ho mai data.” Colpito e affondato l’ex premier Belen affronta un tema già noto spiegando:

Nessuno dei miei ex è pericoloso, ma è solo imprevedibile.. Sono persone che hanno strada, hanno lavorato fin da ragazzini. L’uomo posato, troppo intellettuale non fa per me.

La discussione arriva all’argomento Corona. Belen ammette che quello che ha dichiarato il suo ex al settimanale Oggi non può che essere una dichiarazione d’amore, che l’ha emozionata nel profondo:

Mi sono emozionata quando ho letto la dichiarazione di Fabrizio al giornale Oggi. Noi sapevamo che sarebbe finita così, ma quello di cui ha parlato lui è amore e l’amore non è egoista.. Sono cambiate tante cose, è passato quasi un anno, ma è una dichiarazione d’amore, è un sentimento forte, lui non è mai stato egoista e io l’ho letta così, che mi augura tutta la felicità nonostante tutto.

Belen guarda un videomessaggio di Corona datato 2011, e racconta la sua versione dell’ex fidanzato, dei suoi problemi e di come lei ha provato ad aiutarlo:

Questo non è il vero Fabrizio, qui stava recitando un capitolo di Squadra Antimafia! Lui ha davvero problemi di doppia personalità. Non è depresso ma qualche problema ce l’ha. Per quanto riguarda la condanna, è il sistema che glie l’ha fatta pagare, ma lui non ha fatto niente per stare buono, e io glielo dicevo sempre . Però sono troppi anni, l’ho già detto.

Archiviato il momento più faticoso, Belen torna a parlare di se e del suo aspetto fisico, ma anche degli anni difficili della crisi economica in Argentina, fino a spaziare con un discorso sulla politica italiana:

Credo che gli italiani badino solo al proprio tetto, si preoccupano solo se piove in casa loro e se ne fregano della casa del vicino. Ci vorrebbe più unità, come accade in Argentina, non riesco proprio a capire come mai in questo Paese non sia possibile. L’italiano si lamenta ma non fa niente.

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE