Il 24 gennaio, Michelle Hunziker ha festeggiato i suoi 40 anni. Per l'occasione ha concesso una lunga intervista al settimanale ‘Chi'. La showgirl reputa il suo compleanno, un nuovo inizio e non un traguardo già raggiunto: "I quarant'anni non sono e non saranno mai un traguardo, ma rappresentano un nuovo inizio. Oggi so cosa voglio, sono consapevole, ma questo non vuol dire che io non possa realizzare altri sogni. Se ci penso, io sono una sognatrice e nessuno può impedirci di sognare. Fa bene al cuore e all'animo".

I 40 anni appena compiuti sono anche un ottimo momento per fare un bilancio e di una cosa la showgirl è certa, vuole passare tutta la vita al fianco di Tomaso Trussardi

"Lui è il mio angelo, il mio uomo, lui è sempre. Tomaso è l'uomo con cui voglio camminare fino alla fine dei miei giorni, con cui voglio allargare la famiglia, questo è il mio progetto. Io ci credo. E questo è il percorso della mia felicità. Ho voglia di fare meglio di prima. Magari faccio un altro figlio. E poi i quaranta di oggi sono i nuovi trenta".

Ha fatto, poi, una precisazione sulle indiscrezioni secondo le quali il marito le avrebbe regalato una villa per il suo compleanno: "Macché villa. Abbiamo comprato insieme un terreno e un giorno costruiremo lì, insieme, la nostra casa dei sogni".

Michelle Hunziker: "All'inizio avevo 200 mila lire in tasca, nessuno mi voleva perché avevo i polpacci grossi"

Dare il via alla sua carriera nel mondo dello spettacolo, non è stato facile. Nonostante fosse innegabilmente bella, c'era chi riscontrava in lei degli apparenti difetti

"La forza e il coraggio sono le costanti della mia vita. Ricordo quando ho mollato il liceo e sono venuta a Milano per fare la modella. Avevo 17 anni e 200 mila lire in tasca, giravo per i casting con la cartina della città in mano. Non ero la classica modella, lo stecco da passerella. Avevo i polpacci grossi, plasmati dalle gite in mountain bike. Non funzionavo, nessuno mi voleva.  Stavo per mollare tutto e tornare a Bologna, quando è squillato il telefono. Mi avevano chiamato per il casting della pubblicità degli slip Roberta. Mi prendono e io accetto perché con il cachet avrei potuto pagare cinque mesi di affitto e prolungare la mia permanenza a Milano. Da lì è iniziato tutto".

Michelle Hunziker: "Aurora c'era quando avevo paura, senza di lei avrei potuto perdermi"

Infine, Michelle Hunziker ha parlato di quanto sia stata importante la presenza della figlia Aurora Ramazzotti, nella sua vita. In alcuni periodi difficili, la giovane ha rappresentato una vera e propria guida per lei: "Auri è il mio angelo. Siamo cresciute insieme. Lei c'era quando avevo paura, lei era il mio coraggio quando io non sapevo come sarebbe andata a finire. Dovevo fare bene per lei. Senza Aurora avrei potuto perdermi anche di più di quanto per un periodo non mi sia persa. Ho fatto degli sbagli, ho capito i miei errori, ma in realtà non mi pento di nulla. Se non avessi commesso quegli sbagli, oggi non avrei capito come gira la vita".