Mancano poche settimane al momento in cui Chiara Galiazzo calcherà di nuovo il palco del Festival di Sanremo. A 30 anni, con una consapevolezza e una forma differente, Chiara si avvicina alla più attesa delle competizioni italiane con una maturità diversa, il frutto di anni di duro lavoro.

Intervistata da “Vanity Fair”, l’artista uscita da X Factor fa un bilancio degli ultimi 4 anni adrenalinici, vissuti sempre sul filo del rasoio. Solo adesso quel ritmo è rallentato, portando con sé un gran numero di benefici

Sui social le signore non fanno che chiedermi come ho perso tutti questi chili, rischio di diventare uno spot delle diete. A me stanno molto simpatiche ma quando mi fermano per strada, in stazione, e urlano: “Ma avevi un culo così, come hai fatto?”, vorrei dirgli che prima di X Factor ero come oggi, i chili sono arrivati con lo stress.

Chiara, 30 anni (finalmente!)

Chiara vive il successo con distacco, quasi come se fosse un peso da portare necessariamente per fare ciò che più le piace: cantare. La velocità con la quale ha vissuto, insieme al suo carattere e agli attacchi di ansia contro i quali combatte da sempre, hanno rischiato di toglierle molto. La Galiazzo ha 30 anni (“Finalmente! Non ne potevo più”), ma sebbene ammetta che molti vorrebbero vivere quanto è accaduto a lei, aggiunge anche che una volta raggiunto questo obiettivo, la prospettiva cambia: “Se mai ci arrivassero, stai sicura che non lo sognerebbero più”. I motivi che sono alla base delle sue affermazioni sono molteplici

Lo scarso tempo che hai per fare musica, le critiche continue. La mia immagine è cambiata venti volte. Ma non posso prendermela con nessuno: se non sai chi sei, né cosa vuoi, per chi lavora con te è difficile indirizzarti. Sono anche predisposta al dramma, sono sempre stata “una discarica di paranoie”. Già prima di X Factor, all’università soffrivo di mal di testa e attacchi di panico. Mi ha aiutato mia cugina psicologa, mi dava alcuni esercizi da fare: la mattina pensavo agli scenari peggiori che potevano realizzarsi e in questo modo isolavo le paure. Ha funzionato, anche durante il talent.

Chiara Galiazzo: “Da qualche mese ho un fidanzato”.

La serenità ritrovata si è tradotto in una maggiore consapevolezza di se stessa, e le ha consentito di trarne beneficio anche in campo sentimentale, dopo anni di solitudine. Oggi Chiara è fidanzata

Quando ho iniziato a stare meglio con me stessa, tutto è cambiato anche da quel punto di vista. Da qualche mese ho un fidanzato, un mio ex compagno di università alla Bocconi con cui avevo avuto un breve flirt e che ho reincontrato. Fosse successo un anno prima non gli sarei mai piaciuta.

Sarebbe stata lei a cercarlo a distanza di qualche anno

Ero in Thailandia e mi sono ricordata che quando stavamo insieme, sei anni prima, lui era andato a fare l’Erasmus a Bangkok e mi scriveva che andava a dormire alle nove tutte le sere. Una volta lì, quando ho visto il movimento che c’era, gli ho scritto un messaggio di gelosia retroattiva: “Meno male che dicevi che mi eri fedele, qui è un casino!”. Al rientro ci siamo rivisti.

Prima di cedere, “se l’è un po’ tirata”

All’inizio ho fatto un po’ la splendida ma presto ho confessato tutte le batoste. Lui non alimenta le mie paranoie, le calma. Oggi che sono cresciuta lo apprezzo, invece quando ero ancora una studentessa mi irritava, mi sembrava che non mi capisse. All’epoca, come tutte le donne, ero attratta dagli stronzi, e lui era diverso: bello e bravo. Mi piace anche il fatto che sia fuori dall’ambiente musicale, lavora nella finanza.