Solo poche settimane fa, Colomba Mecozzi e Silvano Saitta avevano annunciato il loro matrimonio. I due stanno insieme da diversi mesi e si sono conosciuti proprio nello studio del trono over di Uomini e Donne, il salotto “capeggiato” da Maria De Filippi all’interno del quale signori e signore di mezza età cercano l’amore. Colomba e Silvano sembrerebbero averlo trovato e, dopo aver abbandonato la trasmissione soprattutto a causa dei diverbi con Tina Cipollari, avevano annunciato che proprio quest’anno sarebbero convolati a nozze. Purtroppo, le cose non sono andate proprio come la dama si aspettava. In una lettera aperta pubblicata sul settimanale Di Più e indirizzata al figlio Denny, la Mecozzi esprime il timore che il ragazzo non comprenda i motivi celati dietro la sua scelta e che questo matrimonio finirà con l’allontanarli:

Come mamma, mille sensi di colpa mi assalgono ogni giorno perché ho paura che questo sentimento che ora provo per Silvano possa darti l’impressione di essere messo in secondo piano. Ho scritto questa lettera per spiegarti che tu, caro Denny, sarai sempre la ragione della mia vita, ma, dopo diverse storie fallite, compresa quella con tuo padre, penso di avere diritto anch’io all’amore di un uomo. Ho paura che tutti questi cambiamenti possano rompere l’equilibrio che abbiamo creato e i sensi di colpa che vivono dentro di me mi portano a chiederti perdono. Perdonami perché forse ti sto un po’ meno accanto di prima, e perché a volte esco con Silvano e, quando non lo vedo, ci penso e sono un po’ distratta; perdonami, perché quando ci sposeremo, il prossimo autunno, un uomo verrà a vivere nella nostra casa, in quegli spazi che prima erano solo miei e tuoi, e forse questo potrà turbarti.

Silvano si è trasferito a Viterbo

Per il momento, però, è stato il cavaliere di Uomini e Donne ad aver fatto le rinunce più grosse. È lui che ha lasciato Torino, la sua città natale, per trasferirsi a Viterbo, vicino alla sua compagna. Colomba non ha intenzione di mettere fine al loro rapporto ma si augura, come ogni mamma farebbe, che il figlio non risenta delle sue scelte perché, così facendo, anche la sua felicità ne sarebbe danneggiata.