Padre contro figlio. Ed entrambi si chiamano Albano. Al Corriere della Sera per la prima volta in una intervista congiunta, Albano Carrisi e Albano Carrisi Jr. si raccontano nel loro legame e nelle loro differenze. Un punto di scontro è nel futuro dopo la scuola dell'obbligo. Il sedicenne vorrebbe subito lavorare, occuparsi dell'azienda di famiglia, delle tenute familiari, dalle coltivazioni alla vendemmia del vino. Per il padre non se ne parla: "Studierai Economia!" tuona dalle pagine del quotidiano di RCS.

L'intervista ad Albano Carrisi e Albano Carrisi Jr

Albano Carrisi Jr. è il più giovane dei figli del cantante e per il suo futuro sembra avere idee molto chiare: "Meglio lavorare che studiare! Dopo la maturità lavorerei subito. Voglio fare il manager delle nostre tenute, seguire il vino, l’accoglienza…”. Questo bel discorso viene stroncato sul nascere da papà Albano: "Non se ne parla proprio! Tu farai Economia perché non voglio fare con te lo stesso errore che ho fatto con Yari!". Nonostante questo però, il giovane Carrisi affianca il manager delle tenute familiari quando non ha scuola: "Lo scorso anno ho imbottigliato vino per un mese". E Albano padre lo riprende: "Scusa, ma non erano due giorni?". 

Albano di nuovo nonno

E al prossimo agosto, Albano Carrisi canterà a Tokyo alla presenza dell'amico Putin ma prenderà poi il primo volo per essere accanto a Cristel Carrisi, che sta per partorire una nipotina. Manca davvero poco alla nascita della secondogenita di Cristel Carrisi e Albano non perderà il lieto evento: "Andrò a Tokyo ad agosto per cantare alla presenza di Putin, ma salirò sul primo volo per stare vicino a mia figlia e a suo marito. In 55 anni di carriera è come se non fossi mai sceso dall’aereo. Ho girato il mondo cantando praticamente ovunque. Anche quest’anno: dall’America all’Austria, passando per l’Australia e Tokyo".