Alessandro Gassmann replica alle notizie spuntate sul web, in trend da più di un giorno, su presunte dichiarazioni rilasciate a "Domenica In" una settimana fa in cui parlava di depressione. La notizia è stata ingigantita più del dovuto, al punto che l'attore figlio del grande Vittorio ha dovuto correre ai ripari smentendo con forza i titoli stravolti: "Mai stato depresso, eppure…Il Giornale e Termometro Politico ma com'è sta cosa, regà?". Poi si lascia andare ad un epiteto "giocoso" ("Na manica de' cazzari") e conclude con: "Mai stato mejo". In quella occasione, quella dell'intervista a "Domenica In", l'attore aveva semplicemente rivolto un appello a chi soffriva di depressione: "Parlatene perché è importante". 

Alessandro Gassmann contro Matteo Salvini

È una notizia invece certa quella relativa alle critiche che Alessandro Gassmann ha rivolto nei confronti del Ministro dell'Interno Matteo Salvini. Gassmann, che è ambasciatore dell'Unhcr, ha dichiarato al Corriere della Sera:

Mi occupo di rifugiati da qualche anno ed è per me un grandissimo onore. Quando si parla di persone che rischiano la vita, non ci sono commenti da fare. Non solo l'Italia, ma anche l'Europa ha fatto una figuraccia: una mancanza totale di umanità e sensibilità. Servono delle regole che aiutino a salvare le persone e a tornare a recuperare un minimo di senso umano.

Il riferimento alla Sea Watch

Il riferimento delle parole dell'attore de "I Bastardi di Pizzofalcone" era alla sua posizione rispetto alla vicenda della Sea Watch, la nave bloccata in mezzo al mare per oltre 20 giorni con 49 migranti, tra cui donne e bambini. Il pensiero di Alessandro Gassmann è in linea con quello di Claudio Baglioni, che in conferenza stampa di presentazione al Festival di Sanremo 2019 ha puntato il dito contro l'attuale Governo.