Alessio Boni e Nina Verdelli sono genitori, è nato il loro primo figlio Lorenzo. A darne notizia è il settimanale Chi, che fa sapere come l'attore e la giornalista abbiano "attaccato il fiocco azzurro" nelle scorse ore. Alessio Boni aveva parlato dell'attesa di diventare genitore alcune settimane fa, in un'intervista a Fanpage.it, dicendosi affatto spaventato dalla prospettiva del conflitto tra il lavoro e il tempo da dedicare alla famiglia:

No, le cose andranno in modo naturale. Non ci penso neanche. È avvenuto tutto in modo naturale e continuerà a scorrere in modo naturale. Se dovrò prendere del tempo per mio figlio, lo prenderò con tranquillità e dirò di no a certi lavori. Sono sereno.

Le parole di Alessio Boni su Nina Verdelli

Nonostante il matrimonio non sia nei nei programmi della coppia, Alessio Boni non nega quanto l'incontro con la giornalista gli abbia cambiato la vita, come dichiato tempo fa al settimanale Gente. L'attore apre il suo cuore al settimanale e afferma: "Io e lei ci siamo trovati, è come se suonassero lo stesso spartito. Non mi spaventa la differenza d'età, perché trai due la più vecchia è Nina. È più saggia, più pacata, più paziente di me. C'è il progetto di avere un figlio, forse più di uno. Non mi dispiacerebbe diventare padre a 53 anni, sono pronto e so che mi arricchirebbe. Il matrimonio? No, mai! Non ho bisogno che qualcuno consacri quello che provo e anche Nina è d'accordo."

Chi è Nina Verdelli

Nina Verdelli è la figlia di figlia di Cipriana Dell’Orto, ex direttrice di Donna Moderna, e di Carlo Verdelli noto giornalista e attualmente direttore del quotidiano "La Repubblica". Seguendo le orme dei genitori la giovane Nina ha intrapreso la carriera giornalistica, dopo la sua permanenza a New York, infatti, ha deciso di tramutare la sua passione n nel lavoro della sua vita, diventando una delle firme più accreditate della stampa italiana, scrivendo soprattutto per settimanali come Vanity Fair, sebbene la sua prima collaborazione nel mondo del giornalismo femminile, risale al 2013 quando ha iniziato a lavora per la testata Glamour. Dal giornalismo all'editoria, Nina Verdelli continua la sua carriera con la pubblicazione del suo primo libro, "Breve storia triste", con cui racconta le piccole disgrazie di ogni giorno affidandosi alla struttura degli haiku giapponesi, ovvero dei piccoli componimenti nei quali racconta aneddoti presi dai vari ambiti della vita quotidiana, dalle serie televisive, dalla storia, dai libri.