Andrea Delogu ha parlato di sé, del marito, e anche della panciera che ha fatto scalpore durante i Lunatici, la trasmissione in onda dal lunedì al venerdì dalla mezzanotte e trenta alle sei del mattino su Radio Due. Intervistata dai conduttori Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio la conduttrice, ormai volto noto della Rai e del mondo dello Spettacolo si è raccontata, parlando della dislessia su cui ha scritto un libro, ma anche del suo viaggio di nozze in Giappone arrivato con qualche anno di ritardo.

Il presunto tradimento del marito

Andrea Delogu si è soffermata su quanto aveva dichiarato qualche mese fa nella trasmissione Le Belve, in cui aveva accusato il marito, l'attore Francesco Montanari, di tradimento, pur ammettendo di non avere alcuna prova: "Ero arrabbiatissima, avevamo litigato la sera prima, ero arrabbiata, gelosa, c'è stato uno scontro. La mattina sono andata a fare un'intervista per la trasmissione ‘Belve' e l'ho fatta da donna arrabbiata. Meglio non intervistare una donna arrabbiata. Ho tirato fuori tutto il nervosismo della sera prima e mi sono lasciata andare. Ho dovuto chiedergli scusa dopo, non se l'aspettava" ha spiegato, ribadendo la bellezza del marito: Com'è? Mi verrebbe da dire che è ‘bono' visto che lo vedo nudo camminare per casa. Sono molto fortunata".

Andrea Delogu e la panciera in tv

I due sono andati recentemente in Giappone per un viaggio di nozze ritardato: "Una roba incredibile, è stato bellissimo vedere un altro mondo, scoprire un'altra cultura. Ma poi è stato anche bello tornare e mangiare una amatriciana". Ma la presentatrice è tornata anche sul suo post sulla panciera (un post in cui ammetteva di far uso della panciera, spiegando che la perfezione non esiste, ma che esistono trucchi anche in tv), che ha scatenato un'enorme quantità di reazioni social: "L'avevo messo nelle storie. Ho ricevuto molti messaggi di persone colpite, mi sono stranita. Ho pensato che davvero c'è chi crede che tutto ciò che si vede in televisione sia realtà. E' spettacolo, è come il teatro, come il cinema. Ci sono dei trucchi. Non mi aspettavo tutto quel casino, devo dire la verità. Mi hanno scritto molti genitori, tante ragazze che si sentivano rincuorate. Gli obiettivi da raggiungere devono essere scoperti, non puoi far credere che esista un qualcosa di perfetto, perché non c'è".

L'importanza di Marco Giusti e Renzo Arbore

In questi ultimi anni la sua carriera è decollata e grande merito lo attribuisce, oltre a un cambio dell'idea della donna in tv, anche a due padrini d'eccezione, ovvero Marco Giusti e Renzo Arbore, che hanno puntato su di lei: "L'inizio della mia grande occasione è stato Stracult. Non stavo più lavorando, ero tornata a fare la vocalist in discoteca, era tutto fermo, non c'erano neanche i provini. Giusti mi ha beccato su Twitter e mi ha preso praticamente a scatola chiusa, mi ha fatto andare in diretta senza neanche avere un curriculum.  Avevo la parlantina, sapevo ciò che dicevo, mi ha dato una grande possibilità. Quello è stato l'inizio. La vera svolta è arrivata con Renzo Arbore. Lui mi ha dato il passaporto per farmi conoscere al grande pubblico".