È diventata, suo malgrado, uno dei personaggi di punta dell’edizione di Uomini e Donne in corso. Parliamo di Angela Di Iorio, la donna campana approdata quest’anno negli studi in cui Maria De Filippi conduce il più celebre dating show della televisione italiana. Classe 1949, Angela ha avanzato richieste ben precise nella ricerca di un compagno: cerca un uomo che le consenta di vivere dignitosamente, qualcuno che abbia le potenzialità economiche per permetterle di pensare con serenità al futuro.

La vita di Angela prima di Uomini e Donne

Le sue richieste, ritenute interessate e poco inclini al sentimentalismo, sono valse ad Angela un gran numero di polemiche. Lei è andata dritta per la sua strada, senza mai smentire le ragioni della sua presenza in tv. La sua ricerca di un uomo abbiente si spiega, forse, con il tipo di vita condotto dalla donna fino a oggi. Vedova e madre di tre figli, ha raccontato di essersi dovuta ingegnare, e non poco, per permettere loro di crescere serenamente:

Mi sono sposata nel ’73, avevo ventiquattro anni. Dopo tre anni di fidanzamento ci siamo sposati. È stato un amore stupendo, ci amavamo e rispettavamo reciprocamente. Abbiamo avuto tre figli. Sono fiera di come li ho cresciuti, li ho resi responsabili fin da piccoli. Le mie nuore mi adorano anche per questo. Dal 2011 sono vedova, mio marito è morto per una malattia che l’ha portato via in quattro mesi. Non ci siamo goduti neanche la pensione. Mio marito all’inizio lavorava in cartoleria per novantamila lire al mese, poi si è inserito in una calzaturificio come magazziniere. Guadagnava un milione e seicentomila lire al mese, ma non è andata. Dopo ha fatto altri lavori, ma era sempre sottopagato e quindi dopo un po’ di tempo cambiava. La sua indole dolce e pacata non l’ha facilitato. Non aveva senso del commercio. E così io mi sono rimboccata le maniche e ho lavorato al posto suo anche perché per tanti mesi non portava lo stipendio. Non l’ho mai lasciato, per me questo è il vero amore. Ho cambiato diversi lavori, anche faticosi. Ho fatto la rappresentante, venduto biancheria, sono stata responsabile in un pub e promoter nei centri commerciali, ho venduto baccalà… poi, sapendo affettare, mi sono occupata di salumi: tanta porchetta ma anche latticini, provole e fior di latte. Fino all’anno scorso ho lavorato come venditrice, otto ore al giorno in piedi per quaranta euro.

Cerca un uomo che le consenta di vivere dignitosamente

Angela non si nasconde: cerca un uomo che le consente di regalarsi qualche viaggio di tanto in tanto, qualche serata a teatro e cene settimanali all’interno di ristoranti di un certo livello. La voglia di migliorare il suo status sociale le sarebbe stata inculcata dal padre. Di quegli insegnamenti Angela ha fatto tesoro e oggi cerca di metterli in pratica: “Prima d’innamorarmi voglio capire quello a cui vado incontro. Se non c’è quello che cerco, mi fermo. Alla mia età non credo più a due cuori e una capanna. Sono una che vive di emozioni, anche se ora ci vado con i piedi di piombo. Mio padre mi ha insegnato che nella vita bisogna sempre migliorarsi, dallo studio al lavoro allo sport, e io ho sempre vissuto migliorandomi ogni giorno. Faccio palestra, piscina, sauna e vado dal posturologo. I soldi che ho li spendo e, se fossero tutti come me, l’economia italiana sarebbe alle stelle. Ci sono tante persone che hanno i soldi, ma preferiscono non spenderli. Un esempio pratico, vado a casa di un signore e scopro che ha ancora, nel 2018, il cancello manuale. Ma io dico: “Alla tua età non sarebbe meglio farsi montare un cancello che si apre e si chiude da solo?“.