Annalisa Minetti parla per la prima volta dopo le tristi vicende che l'hanno vista al centro di una tempesta mediatica. A metà dicembre aveva pubblicato uno scatto in cui abbracciava sua figlia, i commenti degli hater sono stati numerosi e violenti al punto che nella mattinata di ieri Iacopo Melio, il noto scrittore e attivista, è sceso in campo per difendere la cantante: "Provo tanta amarezza per questa gente qua", ha scritto.

La reazione di Annalisa Minetti

"Volevo ringraziare Iacopo Melio perché ha deciso di rispondere a quei pochi ignoranti che hanno giudicato la mia vita, il mio ruolo di madre e la mia natura di donna". Ha esordito così in un lungo post in cui si mostra sorridente e fiera, Annalisa Minetti: "Grazie a lui sono sommersa da ieri sera, da messaggi di solidarietà".

Ringrazio Iacopo non solo per le belle parole spese per me ma sopratutto perché grazie a lui sono sommersa, da ieri sera, da messaggi di solidarietà.
Volevo rassicurare tutti sul fatto che io stia bene, che le parole di queste persone ignoranti e infelici non mi toccano. Da anni sono abituata a sentirmi dire di non vivere e di tutta risposta io vivo e vivrò sempre di più Cresco i miei figli come donna realizzata nella vita e nel lavoro ; non sacrificando mai un dentino, una recita, una prima pappa nonostante questo mi costi fatica e a volta piango da sola di notte chiusa in bagno per la stanchezza. Perché si, spesso per me è tutto molto più difficile, ma nonostante questo, e nonostante la vostra ignoranza, io vivo cercando di essere all’altezza dei miei sogni e di quelli dei miei figli. Ho un uomo splendido accanto e la nostra casa è piena di sorrisi.
Le persone che mi aiutano sono quelle che mi amano, non lo stuolo di collaboratori che avete millantato.
Purtroppo per chi mi augura di restare chiusa in casa, mi vedrete presto in nuove sfide per la musica e per lo sport. E continuerò a condividere la felicità di crescere i miei figli con le tante persone che mi seguono e che sono nel mio cuore

Un mondo che sa solo odiare

Si fa davvero molta fatica a capire i motivi che portano le persone a scagliarsi contro segnali d'amore, di vita, di grande umanità. Una donna con la forza e la caparbietà di Annalisa Minetti, secondo gli odiatori di professione, non avrebbe dovuto avere figli solo perché cieca. Per quale motivo? Chi lo stabilisce? Restiamo senza parole e con grande amarezza di fronte a questa parte di mondo che sa soltanto odiare.

Volevo ringraziare @iacopomelio perché ha deciso di rispondere a quei pochi ignoranti che hanno giudicato la mia vita, il mio ruolo di madre e la mia natura di donna. Ringrazio Iacopo non solo per le belle parole spese per me ma sopratutto perché grazie a lui sono sommersa, da ieri sera, da messaggi di solidarietà. Volevo rassicurare tutti sul fatto che io stia bene, che le parole di queste persone ignoranti e infelici non mi toccano. Da anni sono abituata a sentirmi dire di non vivere e di tutta risposta io vivo e vivrò sempre di più Cresco i miei figli come donna realizzata nella vita e nel lavoro ; non sacrificando mai un dentino, una recita, una prima pappa nonostante questo mi costi fatica e a volta piango da sola di notte chiusa in bagno per la stanchezza. Perché si, spesso per me è tutto molto più difficile, ma nonostante questo, e nonostante la vostra ignoranza, io vivo cercando di essere all’altezza dei miei sogni e di quelli dei miei figli. Ho un uomo splendido accanto e la nostra casa è piena di sorrisi. Le persone che mi aiutano sono quelle che mi amano, non lo stuolo di collaboratori che avete millantato. Purtroppo per chi mi augura di restare chiusa in casa, mi vedrete presto in nuove sfide per la musica e per lo sport. E continuerò a condividere la felicità di crescere i miei figli con le tante persone che mi seguono e che sono nel mio cuore ❤️ #admaiora #grazie #annalisaminetti #minetti #ladiversitáèopportunità #grazie #iacopomelio #paratleta #singer #loveaboveall #noalbullismo #cyberbullismo #familyfirst #beselfconfident #love #pariopportunita

A post shared by Annalisa Minetti (@annalisaminettiofficial) on