245 CONDIVISIONI
7 Agosto 2014
20:36

Antonello Zara, 6 anni dalla morte: “Ci manchi, il tuo sorriso stempera il dolore”

La famiglia di Antonello Zara ha voluto ricordare l’ex tronista di “Uomini e Donne” a sei anni dalla morte. Era il 7 agosto 2008, infatti, quando un incidente spezzò la vita del trentunenne.
A cura di Daniela Seclì
245 CONDIVISIONI

Il 7 agosto del 2008, la vita di Antonello Zara veniva spezzata da un incidente stradale. Il giovane, che era noto al pubblico per aver partecipato al programma "Uomini e Donne" nelle vesti di tronista, si trovava in vacanza in Sardegna. Antonello aveva trascorso la serata in discoteca e stava rientrando a casa a bordo del suo scooter. Un ragazzo di 22 anni, intanto, avanzava contromano ad una velocità elevata. L'impatto fece sbalzare Antonello dal suo scooter, portandogli via la vita a soli 31 anni.

La vicenda giudiziaria e l'indignazione di papà Valter

Il ragazzo che era alla guida dell'automobile che ha travolto Antonello Zara, è stato condannato ad un anno di reclusione con pena sospesa e al pagamento di una multa per un importo pari a 231 euro. Nei giorni scorsi, il padre di Antonello, Valter Zara, ha espresso la propria indignazione sulle pagine della rivista "Giallo".

“Aver strappato la vita a mio figlio è costato al suo assassino solo 231 euro di multa e una condanna a un anno, pena sospesa. Questo l’incredibile e ingiusto verdetto della giustizia italiana, sebbene il mio Antonello sia stato travolto da un automobilista che andava contromano e ben oltre i limiti di velocità. […] Quel che più mi fa rabbia è pensare che chi ha ucciso mio figlio non abbia mai pagato. Non dico che dovesse finire in carcere, ma sarebbe stato giusto che facesse alcuni mesi ai servizi sociali. Non ci ha mai neppure chiesto scusa."

La famiglia ricorda Antonello Zara

La famiglia ha ricordato Antonello Zara tramite un messaggio sulla sua pagina Facebook.

"7 agosto 2008 – 7 agosto 2014. Sono trascorsi 6 anni. Sei anni di incredulità, di rabbia, di disperazione, di battaglie e, a volte, anche di sconfitte. Il ricordo del sorriso sul tuo volto stempera, però, il dolore che proviamo. È bello ricordarti felice e ancor di più lo è immaginarti così mentre ogni giorno ci stai accanto donandoci la forza per non abbatterci. Ci manchi immensamente."

245 CONDIVISIONI
Antonello Zara travolto in moto, i genitori in udienza dal Papa
Antonello Zara travolto in moto, i genitori in udienza dal Papa
Carolyn Smith e la sua lotta contro la malattia: "Ho dolori ovunque ma lavoro con il sorriso"
Carolyn Smith e la sua lotta contro la malattia: "Ho dolori ovunque ma lavoro con il sorriso"
"Non ho mai superato la sua morte": il dolore di Rocco Siffredi a Ti sento
"Non ho mai superato la sua morte": il dolore di Rocco Siffredi a Ti sento
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni