UPDATE – Asia Argento chiede scusa. Dopo aver offeso la leader di Fratelli D'Italia, Asia Argento chiede scusa su instagram: "Il mio commento è stato crudele e inappropriato. Non avrei dovuto farlo – contro una donna. Indipendentemente da qualsiasi idea personale o politica. Me ne pento e chiedo scusa.

Asia Argento posta sul suo profilo Instagram una foto scattata di nascosto a Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia è stata fotografa mentre pranza all’interno di un ristorante romano. Impietoso il commento della celebre figlia d’arte che, parafrasando lo spot di Donald Trump (“Make America Great Again”), scrive a corredo dell’immagine: “La schiena lardosa della ricca e svergognata – Facciamo l'Italia grande di nuovo – #fascista ritratta al pascolo". L’intento della Argento è chiaro, così come pure la mancanza di stima nei confronti del personaggio citato.

https://www.instagram.com/p/BQSuIXJgtHI/?taken-by=asiaargento

Giorgia Meloni: “Pagate il canone per stipendiarla”

Tantissimi i commenti che quel post ha generato e che, a sorpresa, si fanno soprattutto portavoce della solidarietà nei confronti della Meloni, diventata mamma solo da pochi mesi. Quel post infuocato ha raggiunto in poche ore la diretta interessata che ha deciso di condividerlo sul suo profilo Instagram, abbinandolo a una replica al vetriolo che rispedisce gli insulti al mittente:

Pubblico questo commento di Asia Argento a una foto che mi ha fatto di nascosto (temeraria), perché, al di là dei soliti insulti triti e ritriti che non mi interessano, mi ha molto colpito che abbia parlato della mia "schiena lardosa". Lo pubblico per dire a tutte le donne che hanno partorito da pochi mesi e che per dimagrire non usano la cocaina di non prendersela se qualche poveretta fa dell'ironia sulla loro forma fisica. Valeva la pena mille volte di prendere qualche chilo. Ps. E sappiate che pagate il canone Rai anche per stipendiare gente di questa levatura.

Giorgia Meloni è diventata mamma della piccola Ginevra a settembre del 2016. Sono trascorsi solo 5 mesi dal parto, un lasso di tempo che rappresenta una giustificazione più che valida – ammesso ce ve ne sia bisogno – ai chili di troppo dei quali ancora non è riuscita a disfarsi.