Arisa si è raccontata ai microfoni di Marco Marra nel programma di Rai3 ‘La mia passione‘. Il conduttore le ha chiesto quale sua canzone sia in grado di descrivere la storia d'amore più intensa da lei vissuta. L'artista ha replicato senza esitazione ‘Meraviglioso amore mio‘, brano scritto da Giuseppe Anastasi nel 2012. Arisa ha assicurato tra le lacrime, di aver vissuto in passato un amore eccezionale. Ha preferito, tuttavia, non specificare a chi si stesse riferendo. L'artista ha avuto due note relazioni importanti: quella con l'autore Giuseppe Anastasi (attualmente sposato con la cantante Carlotta) e quella con il manager Lorenzo Zambelli:

“Ho vissuto un amore eccezionale. È stato l'eccezione, è stato fantastico. È stato amaro e dolce, difficile ma assolutamente un quadro disegnato da Dio. Dopo che vivi una storia così poi basta. Poi ti compri due cani e sei felice. Indirizzi l’amore verso luoghi diversi. Secondo me è una scelta intelligente, soprattutto per una donna che deve dedicarsi seriamente alla sua carriera. Non posso avere in testa la litigata con il mio fidanzato o la gelosia che lo guardo a distanza perché ho paura che possa innamorarsi di un’altra da un momento all’altro. L’amore a volte può essere cannibale e io non ne ho voglia”.

L'incontro tra Arisa e Giuseppe Anastasi

Arisa ha avuto parole bellissime per Giuseppe Anastasi, autore di alcuni dei successi della cantante tra cui ‘Sincerità', ‘La notte', ‘L'amore è un'altra cosa' e ‘Controvento': "A lui serviva una voce, a me servivano delle canzoni. Detto così è brutto, ci siamo fatti del bene. Professionalmente, posso dire che è un illuminato, ha un modo di scrivere tanto popolare quanto ultraterreno".

Il timore che Sanremo potesse rovinare la loro relazione

Infine, Arisa ha svelato un retroscena inedito. Ha spiegato che quando si è aggiudicata la vittoria di Sanremo non era affatto contenta. Temeva che la notorietà raggiunta potesse rovinare la sua relazione con Giuseppe Anastasi, portandoli ad allontanarsi: "Quando abbiamo vinto Sanremo, io non l’ho presa bene, non ero contenta. Pensavo che avremmo avuto dei problemi. Prima facevamo una vita semplicissima, lui lavorava in un negozio di animali, io facevo l'estetista. Pensavo che ci sarebbero state troppe persone in mezzo a noi e che la nostra vita sarebbe cambiata troppo. Io sentivo che qualcosa di molto grande ci stava spostando dalla nostra piccola dimensione, semplice e felice”.