Aurora Ramazzotti è risultata positiva al Coronavirus. Da qualche giorno i suoi fan hanno notato uno stacco totale dai suoi profili social e ben presto hanno capito il motivo della sua assenza. Aurora è infatti intervenuta in collegamento con ‘Ogni mattina', il programma su TV8 condotto da Adriana Volpe e Alessio Viola, per il quale lavora come inviata da alcuni mesi. La figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti ha comunicato che purtroppo non potrà essere sul campo né raggiungerlo in studio perché il suo tampone ha dato esito positivo.

Come sta Aurora Ramazzotti

In collegamento con lo studio di ‘Ogni mattina', l'annuncio di Aurora: "Non mi sento molto bene, adesso sono in auto isolamento. Ho contratto il Covid quindi non riuscirò a raggiungervi". Le condizioni di salute di Aurora Ramazzotti sono tutto sommato buone, salvo alcuni sintomi non gravi. "È molto particolare come malattia. Ovviamente abbiamo visto di tutto in questi mesi, quindi ero già abbastanza preparata. Però, non avendola vissuta sulla mia pelle, non sapevo cosa aspettarmi. Mi è arrivata la tosse che io non ho mai. Perciò ho capito che poteva essere lui, anche se ho sperato di no", ha spiegato in collegamento da casa ad Alessio Viola. Per lei è il sesto giorno di Coronavirus, ma la situazione sembra essere già in discesa: "Sono sulla via della guarigione, sono ancora un po' intasata, un po' chiusa", tranquillizza da Milano.

In isolamento con il fidanzato Goffredo

In collegamento da casa Aurora Ramazzotti racconta: "Io fortunatamente l'ho capito subito e mi sono isolata. Fortunatamente abbiamo avuto la prontezza, dato che ci aspettavamo il lockdown, di confinarci ad ogni modo quindi io e Goffredo non abbiamo avuto contatti con tante altre persone. Lo abbiamo avuto, ricostruendo il contatto con la persona che dovrebbe avercelo attaccato, cinque giorni dopo. Ora siamo in quarantena insieme". Anche Goffredo Cerza è risultato positivo e stando a quanto racconta Aurora, entrambi potrebbero essere stati contagiati tramite la stessa persona. I due hanno scelto di chiudersi in isolamento a casa per evitare ogni tipo di ulteriore contagio.