Com'era Belen Rodriguez da adolescente? Una studentessa dai volti altissimi ma ribelle, a quanto hanno raccontato la stessa showgirl argentina e la sorella Cecilia, in un'intervista a Fuorigioco, l’inserto domenicale de La Gazzetta dello Sport. "Prendeva 10, 10 e poi 10. Non studiava nemmeno, talmente era brava”, ha svelato la piccolina di casa Rodriguez senza nascondere l'ammirazione per la sorella maggiore. Belen ha però aggiunto un particolare interessante sulla sua condotta: non era proprio irreprensibile, tanto che venne espulsa ben due volte.

Ma non ero secchiona eh! Stavo attenta. Al contrario, ero pessima in comportamento. Mi hanno cacciata da due scuole.

La fuga dalla scuola

Belen ha inoltre spiegato di aver organizzato una fuga dalla scuola superiore, seppur per una buona causa: "Sono scappata dalla scuola. E il preside mi ha beccata mentre scavalcavo il cancello, un cancello altissimo. Ma la motivazione era giusta. Una mia compagna aveva perso il papà e non ci permettevano di andare al funerale. Io ci sono andata lo stesso. Avevo 16 anni”. La futura showgirl più amata d'Italia si diplomò nel 2003 in un liceo artistico di Buenos Aires e tentò poi il percorso universitario iscrivendosi a scienze della comunicazione e dello spettacolo nella capitale argentina, senza però finire gli studi. Già a 17 anni aveva iniziato a lavorare come modella: nel 2004 si trasferì a Milano iniziando la sua luminosa carriera in terra italiana.

Belen: Cecilia soffre della sindrome dell’abbandono

Le due sorelle hanno quindi raccontato di essere molto diverse caratterialmente. Belen è sempre stata più forte e autonoma, Cecilia la più insicura. “Cechu è la più viziata di casa! Soffre della sindrome dell’abbandono e quindi bisogna stare attenti”, ha confidato Belen. La sorellina ha confermato: “Io sono la piccolina di casa. Lei era indipendente, ero io ad avere bisogno, con i compiti”.