Brooklyn Beckham e Nicola Peltz sono giovanissimi, ma hanno già le idee chiare. Il figlio 21enne dell'ex calciatore inglese e la ragazza, stando a quanto fanno emergere alcuni tabloid inglesi, avrebbero firmato un accordo prematrimoniale in base al quale, dovessero decidere di separarsi, ognuno dei due andrà per la propria strada portando con sé solo ciò che ha materialmente messo nel matrimonio, senza che la cosa intacchi, dunque, il patrimonio delle rispettive famiglie.

L'indiscrezione del The Sun

Il giornale inglese The Sun ha descritto così la situazione, lasciando intendere che l'accordo tra le due parti sia stato totale e, benché apparentemente gelido e non troppo sentimentale, indirizzato a tutelare proprio l'amore tra i due, senza che questo possa essere contaminato da aspetti materiali: "Gli accordi prematrimoniali possono apparire tutto fuorché romantici – ha spiegato una fonte al tabloid britannico – ma negli Stati Uniti sono una prassi assolutamente consolidata e tutti nella famiglia di Nicola li hanno firmati con i rispettivi partner. Quanto a Brooklyn e alla fidanzata, la decisione è stata presa di comune accordo: lui in passato ha avuto esperienze negative con ragazze interessate solo al cognome dei Beckham ed è quindi felice che Nicola lo ami per quello che è; dal canto suo, lei non ha ovviamente bisogno dei soldi di Brooklyn e poi ha anche una sua carriera di successo come attrice".

Brooklyn e Nicola insieme dal 2017

La combinazione Beckham-Peltz non lascia presumere che i due ragazzi possano rischiare di avere problemi economici in futuro. Il primogenito di Beckham e Victoria può contare su un "tesoretto" di circa 370 milioni di euro e ancora più ricca è Peltz, figlia del magnate Nelson, che invece può fare affidamento su una fortuna che supera il miliardo di euro. Il The Sun specifica che l'accordo è stato già firmato e i due hanno già programmato le nozze per il prossimo anno. Tra Brooklyn e Nicola ci sono 4 anni di differenza, 21 lui e 25 lei, che si sono conosciuti al Festival di Coachella nel 2017.