21 Giugno 2014
17:38

Brumotti si trasforma in Conchita Wurst, la somiglianza è impressionante

Il conduttore di Paperissima Sprint ha colto al balzo la somiglianza che Striscia gli ha trovato con la drag queen che ha trionfato all’Eurovision Song Contest ed ha approfittato per travestirsi alla stessa maniera, concludendo con un rassegnat: “ragazzi, sono io Conchita”.
A cura di A. P.

Vittorio Brumotti abbiamo imparato a conoscerlo da qualche anno a questa parte grazie al gruppo di Antonio Ricci, prima a Striscia e poi a Paperissima, che da quasi tre anni conduce insieme a Giorgia Palmas, divenuta la sua compagna. L'atleta, divenuto ufficialmente volto televisivo, spinto proprio da una somiglianza riscontrata da Striscia, ha deciso di travestirsi da Conchita Wurst, la drag queen che ha trionfato incredibilmente agli Eurovision Song Contest poco più di un mese fa, scalzando tutti i concorrenti e sorprendendo per il suo modo di presentarsi. Ma a darci un'occhiata, effettivamente Brumotti alla Wurst assomiglia quasi naturalmente, tant'è che la parrucca, il seno finto e gli orpelli femminili aiutano solo a migliorare ancor più l'effetto cercato, che di per sé funziona già tantissimo.

La foto social e la maglietta col confronto

Vittorio Brumotti ha così postato diverse foto social nelle quali, con tanto di parrucca, anelli e vestito dorato proprio simile a quello indossato dalla Wurst alla finale dell'Eurovision, ha ammesso la netta somiglianza che lo lega al personaggio, riscuotendo anche un certo successo presso i suoi fan. non pago, il conduttore si è fatto anche realizzare una maglietta sulla quale compaiono, vicine, la sua immagine e quella della Wurst e la didascalia è tutto dire: "Ragazzi, sono proprio io Conchita Wurst!".

Mengoni come Conchita Wurst, ma sulle spalle un'amica in topless
Mengoni come Conchita Wurst, ma sulle spalle un'amica in topless
Conchita Wurst e il fidanzato Jacques Patriaque, star del "boylesque"
Conchita Wurst e il fidanzato Jacques Patriaque, star del "boylesque"
"Conchita Wurst merita rispetto", parola dell'Arcivescovo di Vienna
"Conchita Wurst merita rispetto", parola dell'Arcivescovo di Vienna
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni