È destinata a durare in eterno la rivalità tra Barbara Barbieri, ex corteggiatrice di Leonardo Greco, e Diletta Pagliano, sua fidanzata storica. I due sono tornati insieme da poco ma, a differenza delle volte precedenti, hanno fatto il possibile per blindare la loro vita privata, mettendola al riparo dalle cattiverie altrui. Anche Barbara vive la sua vita lontana dai riflettori e, salvo qualche sporadica lite via web con la redazione di Uomini e Donne – li ha palesemente accusati di averla trattata male – continua a fare quello che aveva sempre fatto anche prima di prendere parte al programma. La rivalità con Diletta, però, non è mai scemata. La Barbieri non tollera che la si paragoni all’attuale fidanzata di Greco e, quando questo succede, è pronta a sfoderare gli artigli.

La rivalità con Diletta è sempre accesa

Sebbene la Pagliano faccia particolare attenzione a non nominarla e a non rispondere alle sue provocazioni, Barbara è determinata a non fare altrettanto. Sono gli haters, però, a sollevare l’esigenza di riaprire la questione. È infatti accaduto che, nei commenti a una foto postata da Barbara sulla sua pagina Facebook, le fosse fatta notare la differenza fisica con Diletta che, secondo alcuni, sarebbe nettamente più bella dal punto di vista estetico. Piccata e puntuale la risposta di Bubi che, approfittando del momento, precisa il suo pensiero. Barbara si ritiene fisicamente superiore a Diletta, soprattutto in virtù di alcuni piccoli particolari:

Nemmeno all’epoca della commedia italiana in tv ho mai avuto certi pensieri. Mi piaccio moltissimo, adoro perfino i miei difetti. Sono alta almeno 15 centimetri più di quella tipa, ho una splendida taglia quarta per il seno e i miei capelli, sani e lucidi, sono davvero i miei. Il mio stile parla a prescindere dal fisico.

Ovviamente, l’affondo mira a colpire proprio la Pagliano ed è chiaro dal riferimento che Barbara fa in relazione ai capelli e alle extension che Diletta porterebbe da anni. Per il momento, comunque, la fidanzata di Greco ha preferito non rispondere.